Come affrontare le scuse più diffuse per non fare movimento e trovare la motivazione

di Piera Bellelli 1

Per molte persone praticare attività fisica è prima di tutto un piacere, poi un dovere. Per altre, invece, il movimento è qualcosa che viene percepito come un beneficio, ma anche come una fatica da compiere oltre lo stress della vita quotidiana. Sono sopratutto questi ultimi, spesso più pigri e sedentari, a iniziare un’attività fisica, iscriversi in palestra per poi abbandonare tutto dopo poche sedute. I motivi? Tanti, ma nella maggior parte si tratta di “scuse” per giustificare la poca volontà di fare movimento. Ecco una panoramica di quelle più diffuse e qualche consiglio su come ritrovare la motivazione.

Un problema non solo italiano: in America, infatti, ritenuta la patria del fitness e la “mamma” delle tante novità del settore, solo il 48% si dedica con costanza ad un’attività fisica per migliorare la propria salute e restare in forma.

Una delle “scuse” più sentite da chi dice di essere costretto a rinunciare all’attività fisica è quella di non avere tempo.  Eppure, si calcola che una persona trascorre circa 30 minuti della sua giornata alla TV o seduta al PC, un intervallo di tempo adatto ad un veloce workout o ad utilizzare cyclette ed altri attrezzi di home fitness proprio davanti la TV.

Alcune persone poi provano imbarazzo ad essere guardate mentre eseguono gli esercizi. Un problema che si risolve facilmente, sia prenotando delle lezioni di personal training in palestra, sia esercitandosi a casa, magari seguendo i consigli di qualche esperto in DVD o video oppure praticando qualche fitness game. Una soluzione divertente che aiuta a prendere confidenza con il proprio corpo ed i movimenti.

Non sapere da dove iniziare e pensare di non avere tempo è un’altra delle classiche “scuse”. La soluzione? Non pensare che poca attività fisica sia inutile: per chi è sedentario anche delle sessioni di 20/30 minuti tre volte a settimana sono efficaci. Il trucco, per essere motivati, è iniziare con un amico più esperto ed “atletico”.

Chi deve perdere peso, a volte, pensa di dover prima perdere peso e poi praticare sport. Un vero e proprio controsenso! L’attività fisica, insieme ad un’alimentazione adeguata, è un elemento indispensabile per mantenersi in forma e per dimagrire. Un trucco è quello di monitorare i propri progressi tenendo un “foto”diario: basta scattare la foto il primo giorno di workout e proseguire ad intervalli regolari per mantenere alta la motivazione ed essere sempre più soddisfatti.

Fare attività fisica è noioso. Un’affermazione comune a chi pratica attività fisica per dovere, ma che viene subito smentita non appena ci si imbatte in qualche corso che stimola la curiosità e che riesce a coinvolgere e divertire. Classi di step coreografico, aerobica, balli ed altro, sono la’approccio ideale.

Non avere soldi per pagare un abbonamento in palestra è un motivo che, sopratutto di questi tempi, è sempre più diffuso e purtroppo anche valido. Se l’ingresso in palestra è troppo costoso non bisogna rinunciare ad essere in forma. Si può andare a correre nei parchi, in spiaggia o in città, prendere la bicicletta per passeggiare, eseguire diversi workout a corpo libero a casa,  magari con attrezzi fai-da-te, fare lunghe camminate oppure scovare qualche coupon che propone ingressi scontati nei centri fitness più vicini.

Insomma, non ci sono davvero più scuse per non allenarsi.

Fonte: iVillage

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>