Jump fit, la corda per tenersi in forma

di Piera Bellelli Commenta

Saltare la corda è un’attività che richiama subito alla mente i giochi dei bambini o i duri allenamento dei pugili come Rocky Balboa. Non sempre presente nelle palestre ed annoverata tra gli attrezzi fitness, la corda è in realtà uno strumento utile e versatile, da utilizzare anche in casa ed all’aria aperta, che permette di ottenere buoni risultati attraverso movimenti semplici e divertenti. Un allenamento di jump fit si basa sull’utilizzo della corda e l’esecuzione di diversi esercizi, dai semplici salti a quelli più complessi, tutto a ritmo di musica.

Praticare il jump fit è semplice, basta un abbigliamento comodo, un pò di spazio e la corda. In commercio esistono diversi modelli: si parte da quelli più semplici, realizzati principalmente in plastica, a quelli con il rivestimento in pelle, utile per avere una presa più comoda, a dei veri e propri kit che contengono ricambi, pesi o altri strumenti (ad esempio impedenzometro e podometro), fino ad arrivare ai modelli più evoluti dotati di contagiri. Basta entrare nei negozi di articoli sportivi o visitare qualche sito specializzato per comprarle la corda che si desidera.

Una volta impugnata la corda ed accesa la musica, si è pronti per saltare ed allenarsi. Si tratta di un’attività intensa, che in un’ora permette di bruciare circa 400/600 kcal, ma che richiede comunque un buon allenamento. Le prime volte, infatti, può capitare di stancarsi dopo i primi cinque minuti, ma non bisogna demordere ed incrementare sempre il tempo di allenamento.

Gli esercizi di base prevedono dei salti a gambe alternate o chiuse, una variazione di ritmo e di direzione: la guida di un istruttore permette di conoscere ed affinare meglio la tecnica, ovvero come assumere una postura corretta, muovere i polsi ed imparare la respirazione, fondamentale in un’attività ad alto impatto per evitare di ritrovarsi subito con l’affanno e garantire una buona ossigenazione ai muscoli.

Ogni salto regala molti benefici a chi pratica il jump fit: miglioramento dell’attività cardiovascolare, tonificazione e resistenza  della muscolatura, miglioramento della respirazione, coordinazione, agilità, ma anche un miglior stato d’animo dovuto alla possibilità di scaricare stress e tensione praticando questa attività che diventa quindi utile per contrastare la depressione. I salti e la musica, dunque, sembrano essere un concentrato di buonumore!

Attenzione però perchè il jump fit è sconsigliato in alcuni casi. Chi soffre di problemi alle ginocchia ed ai legamenti dovrebbe svolgere questi esercizi con moderazione per evitare traumi dovuti alla continua sollecitazione data dai salti. Inoltre, sempre per l’impatto dei salti, le donne dovrebbero proteggere il seno indossando dei reggiseni adatti per lo sport che permettano di dare sostegno e di contenere i movimenti. Una buona regola, poi, è scegliere le scarpe adatte per evitare fastidi alle articolazioni e scaricare correttamente il peso del corpo.

Il jump fit può essere adatto per prepararsi alla prova costume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>