Fitness da ufficio per prevenire il mal di schiena ed altri disturbi

di Piera Bellelli 1

L’estate è finita e la maggior parte è di nuovo al lavoro. Dopo la pausa estiva, fatta di relax per alcuni e di sport ed attività fisica per altri, stare lunghe ore seduti alla scrivania rappresenta una vera tortura per il corpo. Restare in questa posizione per molto tempo, infatti, contribuisce a far assumere una postura poco corretta, ad esempio con spalle chiuse in avanti e schiena curva, ma anche a far nascere piccoli fastidi come il mal di schiena. Ecco una serie di esercizi da fare in ufficio.

Anche in ufficio è necessario alzarsi, almeno ogni due ore, per sgranchire le gambe e  riattivare la circolazione. Basta, ad esempio, scendere al piano inferiore magari per portare un documento ad un collega, invece di utilizzare l’ascensore, oppure alzarsi e fare qualche minuto di stretching.

Tuttavia, i più impegnati, o i più pigri, possono stimolare i muscoli anche restando seduti alla scrivania. Per tonificare i glutei, che si ritrovano a reggere per molte ore il peso del corpo quando si è seduti sulla sedia, basta eseguire delle contrazioni ritmiche. Bastano anche 30 contrazioni per stimolare questi muscoli: un esercizio semplice e discreto.

Per tonificare i pettorali, ma anche sciogliere eventuali tensioni alle spalle ed alla schiena, basta stringere il palmo delle mani l’uno contro l’altro all’altezza del petto e premere ritmicamente le mani. Mantenere il palmo delle mani unite per 15/20 secondi e ripetere nuovamente.  Per rinforzare le braccia, invece, si può ricorrere a due bottiglie d’acqua piene, magari riempite con la sabbia, per eseguire semplici movimenti come i curl per i bicipiti.

Per contrastare il fastidioso mal di schiena, disturbo comune che viene accentuato dalle tante ore passate al pc, bisogna lavorare sugli addominali. Restando seduti sulla sedia bisogna staccare entrambe le gambe da terra e portarle al petto con le ginocchia piegate espirando. Lo stesso esercizio va ripetuto poi portando le gambe una volta a destra ed una volta a sinistra.

Per sciogliere la schiena e la colonna vertebrale bisogna invece inspirare ed appiattire la schiena allungando la testa verso l’alto, come se si volesse toccare il soffitto, e poi espirare e srotolare indietro, quasi a formare una C, ogni vertebra della colonna. Con le mani dietro la nuca, invece, bisogna portare i gomiti verso le anche flettendo il busto.Bisogna prima inspirare, allungando la colonna, e poi espirare flettendo il busto e facendo si che il gomito capiti quasi oltre le anche.

Non va dimenticato poi il collo, anch’esso punto debole per cervicalgie e dolori, che va flesso e roteato dolcemente verso destra e sinistra. Un altro esercizio utile è anche quello di portare il mento verso il petto e poi verso l’alto.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>