Glutei sodi e tonici, gli esercizi per fondoschiena da urlo

di Silvana Commenta

Contrariamente a quanto si crede non è il seno il pensiero fisso degli italiani (maschi e femmine) ma quello che ormai, con un’espressione che, lo ammetto, non mi piace un granchè, viene definito lato b, ossia il sedere. Infatti, secondo un’indagine condotta dal Centro Studi Dermal, della quale ho avuto notizia leggendo il Messaggero, è proprio il fondoschiena la parte del corpo che il 45 per cento delle italiane vorrebbe modificare. Certo è chiaro a tutti che un cambiamento radicale del nostro profilo posteriore si può ottenere solo attraverso un buon intervento di chirurgia estetica ma un po’ di sano esercizio fisico praticato in maniera costante può ugualmente esserci d’aiuto a risollevarne le sorti. Dopo il salto gli esercizi per i glutei da fare a casa.

Cominciamo con un esercizio piuttosto semplice. Premettiamo che si esegue sul pavimento, occorre quindi che stendiate per terra un telo da bagno o un tappetino.

In posizione prona con i gomiti e le ginocchia poggiati sul pavimento. Portate indietro la gamba sinistra e slanciatela verso l’alto (deve arrivare più in alto del gluteo), quindi tornate alla posizione di partenza. Eseguite questo movimento 15 volte, quindi fate lo stesso con la gamba destra. Vi consiglio di eseguire tre serie di ripetizioni per gamba, osservando una pausa di una ventina di secondi tra una serie e l’altra.

Il secondo esercizio per avere glutei sodi che vi proponiamo è una variante del primo: sempre in posizione prona con ginocchia e gomiti poggiati per terra sollevate la gamba sinistra lateralmente stendendola solo leggermente, quindi tornate alla posizione di partenza. Ripetete questo movimento 15 volte eseguendo tre serie da 15 per ogni gamba. Anche in questo caso rispettate un intervallo di circa venti secondi tra una serie e l’altra.

Infine, non c’è niente di meglio che squat e affondi per rassodare i glutei:

Squat: in piedi con la gambe leggermente divaricate in linea con le spalle e leggermente flesse. Contraete gli addominali e mantente la schiena dritta. Con i glutei contratti piegate le gambe fino a raggiungere la posizione seduta, quindi tornate alla posizione di partenza.

Affondi: in piedi contraete gli addominali e mantenete la schiena dritta. Portate una gamba in avanti e piegate il ginocchio fin quasi a toccare il pavimento, quindi tornate alla posizione di partenza

Photo credit | Think Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>