Glutei sodi in 4 mosse

di Gioia Bò Commenta

Avere dei glutei sodi è il sogno di centinaia di donne ed uomini che frequentano quotidianamente le palestre nostrane, alla ricerca dell’esercizio ideale per eliminare quegli antiestetici cuscinetti che si accumulano nei punti critici per cause diverse. Rendere i glutei più sodi e meno rilassati non è un’impresa facile, ma ci sono degli esercizi specifici da effettuare anche il casa per raggiungere in fretta l’obiettivo, a patto che si dimostri costanza ed impegno nella pratica.

Quali esercizi svolgere per rassodare i glutei? Nelle poche righe che seguono cercheremo di offrirvi una panoramica dei movimenti da effettuare per fare in modo che i propri glutei risultino sodi e tonici.

Primo esercizio: in ginocchio sul pavimento, sedere sui talloni e braccia allungate verso l’alto. Sollevate il busto, contraendo la muscolatura dei glutei e mantenete la posizione per qualche secondo. Tornate poi con il sedere sui talloni e rilassate i muscoli, prima di ripetere l’esercizio per almeno 10 volte.

Secondo esercizio:  in ginocchio sul pavimento, sedere sui talloni e braccia allungate verso l’alto. Si tratta di una variante dell’esercizio precedente, ma questa volta non ci alzeremo completamente, sollevando i glutei solo di qualche centimetro e muovendo poi il busto in su ed in giù, tenendo contratti i muscoli del sedere.

Terzo esercizio: ginocchia sul pavimento e mani a terra (posizione carponi, per intenderci). Facciamo in modo che le braccia risultino leggermente flesse e che la schiena sia dritta per tutto il corso dell’esercizio. Ora solleviamo all’indietro la gamba tenendola piegata e portiamola in alto, fino a quando non sentiremo i muscoli della natica tirare. Manteniamo la posizione per qualche secondo e torniamo con il ginocchio a terra. Ripetiamo poi l’esercizio con l’altra gamba.

Quarto esercizio: posizione supina, braccia allungate sul pavimento e gambe distese. Portiamo le ginocchia al petto, afferriamo le cosce con le mani e tiriamole verso il basso. Manteniamo la posizione per qualche secondo, quindi rilassiamo e ripetiamo l’esercizio per almeno 10 volte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>