Musica dal vivo nelle palestre per rendere più piacevole l’allenamento

di Daniela Ciabattini Commenta

La musica è un elemento fondamentale durante l’allenamento, non a caso molte discipline prevedono l’uso della musica durante il loro svolgimento, senza contare la possibilità di ascoltarla in cuffia con i propri mp3. La musica è così importante nel fitness che in America le palestre e i centri fitness offrono musica dal vivo ai loro ospiti.

Proprio così: musica dal vivo nelle palestre. Per ora si tratta di un trend tutto statunitense, anzi newyorkese in particolare: nei centri fitness più esclusivi la musica che accompagna l’allenamento non sarà più su ascoltata su cd o mp3 ma direttamente dal vivo. L’idea si deve a un maestro di yoga, David Romanelli, che ha iniziato a tenere i suoi corsi con l’accompagnamento musicale di un chitarrista jazz; la trovata è piaciuta così tanto che è diventato un trend.

Un trend particolarmente produttivo, sia dal punto di vista delle entrate economiche delle palestre, che da quello della nascita di nuove figure professionali, come il dj per i corsi di Zumba in affiancamento all’istruttore, oppure le band che si esibiscono dal vivo all’aperto offrendo musica adatta alle attività fitness che vengono svolte perché, ricordiamolo pure, l’obiettivo è pur sempre fare sport e non solo ascoltare musica.

Quindi via libera a brani che aiutano nei movimenti di rassodamento dei muscoli, in particolare glutei e gambe, per gli addominali e ritmi irresistibili per bruciare più calorie possibili.

In realtà, seppure la sua diffusione arriva dagli Stati Uniti, il fenomeno della musica abbinata allo sport arriva dal Brasile, un Paese per il quale il ritmo è indispensabile. E se ancora in Europa non è arrivata la musica dal vivo nelle palestre ci sono pur sempre le compilation dedicate: basti pensare che ai primi posti della hit parade francese c’è Zumba Fitness Dance Party della Universal-Vivendi: oltre centomila copie vendute per un cd che contiene brani da usare durante le sessioni di Zumba fitness.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>