Il workout adatto per ogni stato d’animo

di Piera Bellelli Commenta

Attività fisica ed umore sono strettamente legati: in effetti, durante l’allenamento il corpo produce endorfine, relative alla percezione del dolore, serotonina, responsabile della regolazione dell’umore, riducendo il cortisolo, ormone coinvolto nello stress e nella depressione. Allenarsi, quindi, non offre solo benefici al fisico, ma anche alla mente, basta scegliere il workout ideale per ogni stato d’animo.

Fare attività fisica, anche solo una passeggiata a ritmo sostenuto, aiuta a migliorare l’umore, aumenta l’autostima e la fiducia in se stessi, distraendoci anche da eventuali pensieri e preoccupazioni. Se si pratica in gruppo, poi, il fitness e lo sport aiuta anche a socializzare con gli altri.

Tuttavia, se si vuole trarre il massimo beneficio dal proprio workout, meglio scegliere la disciplina più adatta al proprio stato d’animo. Ad esempio, per sentirsi subito più contenti ed allontanare i pensieri negativi, meglio scegliere lo Yoga. I movimenti di questa antica disciplina, secondo le ricerche pubblicate su Journal of Alternative and Complementary Medicine nel 2010, favorirebbero la produzione del GABA, (Acido Gamma Amino Butrico), un aminoacido responsabile degli stati di ansia. Inoltre, la respirazione lenta e controllata attraverso le narici favorisce l’ossigenazione dell’organismo e degli organi migliorando il benessere. Chi pratica Yoga tre volte a settimana, così come evidenzia lo studio americano, può allontanare stress, ansia e depressione.

Se invece si fa fatica ad addormentarsi, il Pilates è la disciplina perfetta: uno studio della Appalachian State University del North Carolina ha dimostrato che chi pratica con costanza il metodo inventato da Joseph Pilates, sia a corpo libero che con gli attrezzi, come il Reformer, non ha riportato disturbi del sonno. Basta fare Pilates per 50 minuti 3 volte alla settimana per combattere l’insonnia: i benefici però, come quelli fisici, si avvertono dopo un po’ di pratica.

Chi si sente sempre stanco e privo di forze, invece, dovrebbe provare lo spinning. Anche se sembra un controsenso, poichè si tratta di un’attività che richiede un forte dispendio energetico, le ricerche dell’University of Georgia parlano chiaro: chi ha effettuato almeno 30 minuti di pedalata su una bike ha sperimentato un aumento dei livelli di energia che è stato misurato tramite analisi neurologica.

Se si vuole migliorare anche la propria performance mentale, invece, l’allenamento con i pesi è un’ottimo alleato per tonificare i muscoli del corpo, ma anche il cervello. Sul  Journal of Clinical and Experimental Neuropsychology è stata pubblicata una ricerca in cui, le persone sottoposte allo studio ed ad un allenamento a bassa intesità con i pesi almeno per 3 volte alla settimana, hanno avuto risultati migliori nei test cognitivi, aumentando anche la capacità di pianificazione ed il multitasking.

Insomma, in palestra non si va solo per allenare il fisico, ma anche per migliorare il benessere e l’umore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>