Mozart fitness: i vantaggi di allenarsi con la musica di Mozart

di AnnaMaria Commenta

La musica è una componente fondamentale dell’allenamento in gruppo o fai-da te ma c’è una particolare musica che aiuta ad ottenere grandi vantaggi dall’allenamento. Secondo il chinesiologo Marco Brazzo la musica di Mozart sarebbe l’ideale per un allenamento efficace ed infatti ha ideato un programma di training che si chiama Mozart fitness. Si tratta di seguire un preciso schema di allenamento con il solo sottofondo delle musiche del compositore di Salisburgo.

La musica di Mozart ha caratteristiche di timbro e di ritmo che la rendono particolarmente benefica per l’organismo umano perchè hanno effetti di “ricarica” sul cervello, sono dinamizzzanti, stimolano la creatività, aiutano a mantenere il tono muscolare e la corretta postura, e hanno anche un potere rilassante perchè il loro ritmo è simile a quello del respiro e del battito cardiaco.

Di seguito vi riportiamo il miniprogramma G.A.G. ideale per gambe, addominali e glutei descritto nel libro di Marco Brazzo, “Mozart Fitness” e che include lavoro aerobico di riscaldamento e 3 esercizi di tone-up.

> PLAYLIST PER CORRERE CON LA MUSICA CLASSICA

Fase aerobica (10-15 minuti).

I brani adatti sono quelli con ritmi elevati e suoni intensi, ad esempio il 4° tempo (rondò) dalla serenata Eine kleine Nachtmusik KV 525; 3° tempo (allegretto) dal concerto n. 17 per pianoforte e orchestra KV 453. Scegliete un esercizio a piacere fra la corsa, lo step, la cyclette, il salto alla corda.

> FITNESS: LO SPORT PASSA ANCHE DA MUSICA E BALLO

Fase di tonificazione muscolare (10 minuti).

I brani adatti sono gli “allegro molto” e più in generale quelli con suoni di intensità e ritmo elevati. Fra gli altri: 1° tempo (allegro) dal concerto per clarinetto e orchestra KV 622; 4° tempo (molto allegro) dalla sinfonia n. 41 Jupiter KV 551. Gli esercizi descritti in breve sono:

  1.  Supini, braccia aperte a croce, gambe flesse e unite, ginocchia al petto. Portate le ginocchia a terra prima a destra, poi a sinistra. Effettuate 12 ripetizioni. Lavorano gli addominali, specie gli obliqui.
  2. Sdraiati su un fianco, braccio inferiore teso sotto la testa e braccio superiore con la mano in appoggio davanti al petto, gamba inferiore è flessa a 90°, gamba superiore tesa (piede a martello). Alzate la gamba tesa verso l’alto per 10-15 volte per lato. Lavorano glutei e fascia laterale.
  3.  In piedi, con schiena, spalle, braccia, dorso delle mani e capo appoggiati a una parete. Piedi a circa 30 centimetri dal muro. Piegate le gambe, scivolando con il corpo lungo la parete, finché il bacino raggiunge l’altezza delle ginocchia. Risalite e ripetete 10-20 volte. Lavorano le gambe.

> ASCOLTARE MUSICA FIN DAL MATTINO TI REGALA IL BUONUMORE PER TUTTA LA GIORNATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>