Trekking, gli esercizi per allenarsi

di Piera Bellelli Commenta

Il trekking è un’attività da praticare durante tutto l’anno, ma sopratutto in autunno le passeggiate immerse nelle natura regalano uno spettacolo straordinario dovuto ai colori che la vegetazione assume in questo periodo. Il trekking è anche un modo per scoprire nuovi posti, migliorando la propria forma fisica, favorendo il relax e incrementandola funzionalità di cuore e polmoni. E’ un’attività adatta a tutti poichè esistono percorsi adeguati ad ogni condizione fisica, ma si consiglia di allenare le gambe prima di affrontare una lunga passeggiata. Ecco alcuni esercizi.

Il trekking è un’attività ottima per mantenersi in forma e ritrovare il contatto con la natura. Prima di iniziare a praticarlo, però, può essere utile, sopratutto se non si è allenati, eseguire qualche esercizio per allenare le gambe e preparare il fisico alla camminata evitando l’insorgenza di crampi ed eventuali traumi.

Per iniziare, ad esempio, si può aumentare il percorso che si fa a piedi: basta scendere ad un paio di fermate prima con il bus, andare a piedi a compiere i servizi o al lavoro. L’attenzione, poi, va focalizzata sul passo che deve essere deciso e corretto appoggiando il piede dal tallone per arrivare alla punta, tipico passo rullato, quando si è in piano, mentre nelle discese il peso viene spostato sull’avampiede.

Il primo esercizio da eseguire è lo squat, un classico per rinforzare la parte inferiore del corpo e tonificare i glutei. Con le gambe parallele alla larghezza delle anche e le punte leggermente rivolte all’esterno, piegare le gambe come se ci si volesse sedere su una sedia lontana lasciando i talloni a terra. Ripetere 10 volte per 3 serie. 

Per gli affondi, detti anche lunges, posizionarsi a gambe unite, portare la destra in avanti piegando il ginocchio e mantenendo la tibia perpendicolare al terreno. La gamba che rimane dietro deve scendere con il ginocchio piegato quasi a sfiorare il pavimento. Il busto rimane eretto. Ripetere 10 volte per 3 serie alternando le gambe.

 Per rinforzare la caviglia, sempre sottosforzo su un terreno instabile come quello di campagna o in montagna, salire su un gradino con entrambi i piedi, spingere per alzarsi sulle punte e poi scendere portando i talloni al di sotto del gradino. Ripetere 10 volte per 3 serie.

Restando sul gradino, portare un tallone sotto la gradino mentre il peso del corpo viene spostato all’indietro. Si deve avvertire una leggera tensione che contribuisce ad eseguire uno stretching. Rimanere per 30 secondi in posizione, poi, cambiare gamba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>