Sand Walking, uno sport da fare sulla sabbia

di Daniela Ciabattini Commenta

sand-walking

Parliamo ancora di sport estivi e, in particolare, di quelli da fare in spiaggia e lo facciamo con il Sand Walking, una disciplina molto simile al Beach Nordic Walking, in quanto viene praticata con l’ausilio degli appositi bastoncini. Come tutte le altre attività che si svolgono sulla spiaggia, anche questa è l’ideale per tonificare i muscoli, mantenersi in forma e divertirsi all’aria aperta.

Come vi abbiamo spiegato già più volte, camminare sulla spiaggia regala molti più benefici in termini di tonificazione muscolare rispetto alla camminata su terra; se poi, nel corso dell’allenamento, decidete di camminare anche dentro all’acqua, i benefici saranno maggiori.

Come nel Beach Nordic Walking, nel Sand Walking si usano dei bastoncini, perfetti per allenare la colonna vertebrale, per i piedi e per le braccia; l’utilizzo dei bastoncini, infatti, aiuta tutto il corpo a lavorare in maniera simmetrica e completa, attivando fino al 90 per cento della muscolatura, in quanto coinvolge sia la parte superiore del tronco, comprese le braccia, che quella inferiore del corpo, ovvero le gambe.

I muscoli maggiormente impegnati nel Sand Walking sono i tricipiti, i quadricipiti, gli addominali e i glutei; si tratta di un’attività ad alto dispendio energetico: in un’ora si possono arrivare a smaltire fino a 400 calorie. Inoltre, questo tipo di allenamento permette di potenziare la resistenza dell’apparato cardiovascolare, dell’apparato respiratorio, oltre a migliorare la coordinazione corporea, la flessibilità e la postura.

Ecco la tecnica base del Sand Walking: i bastoncini vanno appoggiati a terra in avanti, in corrispondenza del tallone del piede opposto, con un’inclinazione di 45 gradi rispetto al busto; le spalle devono essere rilassate e la schiena dritta. Muovete le braccia in modo che l’oscillazione sia ampia all’incirca come il passo e mantenete il bastoncino a terra fino a quando il braccio non sarà steso all’indietro. Una volta che avrete familiarizzato con i movimenti cercate di aumentare l’andatura e di accelerare i movimenti.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>