Beach Nordic Walking, rassodate i muscoli con la camminata nordica in spiaggia

di Daniela Ciabattini 1

Ancora indecisi su quale sport scegliere per l’estate 2013? Se state pensando di orientarvi su qualcosa di nuovo, vi consigliamo il beach nordic walking, ovvero la particolare camminata “nordica”, ossia eseguita con l’ausilio di speciali bastoni che di solito si pratica sui sentieri di montagna, in versione estiva. Scopriamo di cosa si tratta.

Il beach nordic walking, in pratica, consiste nel camminare sulla sabbia e sul bagnasciuga aiutandosi, proprio come nella versione originale di questa disciplina, con dei bastoni. Vi sembra strano? Decisamente no, soprattutto in termini di benefici: come vi avevamo già spiegato a proposito della più semplice camminata sulla spiaggia, la sabbia e la riva sono i terreni migliori per tonificare i muscoli, rafforzare le gambe e bruciare più calorie.

Se ci pensate bene, in effetti, un terreno cedevole come quello della spiaggia, costringe a ricercare continuamente l’equilibrio e quindi impegna di più i muscoli con conseguente, e maggiore, dispendio di calorie. In questo modo rafforzerete e tonificherete i glutei, le gambe e le cosce, senza contare i benefici che ne riceverà anche l’apparato cardiovascolare.

Inoltre, camminare in riva al mare vi regalerà anche un benessere psicofisico: vi rilasserete e le tensioni e lo stress si allontaneranno, oltre naturalmente a regalarvi un’abbronzatura da urlo che, d’estate, non guasta mai.

Prima di iniziare l’allenamento effettuate alcuni esercizi di stretching per preparare i muscoli e le articolazioni, poi iniziate con il lavoro vero e proprio; il passo base del beach nordic walking funziona così: gamba e braccio opposto si muovono in modo alternato, con il bastone che si muove vicino al corpo e che viene usato per darsi la spinta e non per appoggiarsi.

La frequenza ideale dell’allenamento sarebbe due o tre volte a settimana per una durata di circa un’ora; preferite la mattina o la sera e non le ore più calde della giornata. Se volete intensificare ancora di più l’allenamento potete camminare in acqua, in modo da avere una resistenza in più e, quindi, un maggiore dispendio energetico.

 

Photo Credit | Thinkstock

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>