Nordic walking, la camminata che allena tutto il corpo

di Gioia Bò 2

Siete stanchi delle solite camminate e magari tentati da un’attività fisica più completa, che metta in moto anche altre parti del corpo oltre alle gambe? E allora vi consigliamo di provare il Nordic Walking, una camminata sportiva di recente introduzione in Italia, ma già ben radicata nei gusti degli sportivi del Belpaese.

Si tratta di una tecnica di camminata che prevede l’utilizzo di bastoncini che aiutano bilanciare lo sforzo fisico, in modo da non gravare sulle sole gambe, come accade nella camminata sportiva. La tecnica di base prende spunto dallo sci di fondo e furono proprio dei fondisti ad “inventarla” per potersi allenare anche in assenza di neve.

Successivamente la Camminata nordica (così viene chiamata dalle nostre parti) trovò larga diffusione in diverse zone del globo, tanto che oggi viene praticata da milioni di sportivi. Non crediate però che basti acquistare un paio di bastoncini e poi pretendere di saper eseguire alla perfezione i passi richiesti, perché dietro il Nordic Walking c’è tutta una serie di movimenti da mandare a memoria fino a che non diventano automatici.

Il nostro consiglio è quello di rivorgersi ad un istruttore prima di buttarsi a capofitto nell’avventura, per non correre il rischio di eseguire movimenti sbagliati che potrebbero danneggiare il corpo anziché aiutarlo. In linea di massima, però, si può dire che per eseguire correttamente la tecnica occorre che il tallone sia la prima parte del piede a poggiare sul terreno, mentre l’alluce deve essere l’ultimo a staccarsi da terra (un movimento molto noto ai marciatori, ad esempio). Le braccia devono accompagnare il movimento del corpo in modo armonico, piegandosi quando sono davanti al busto ed allungandosi quando sono dietro.

In questo modo tutto il corpo sarà chiamato a “rispondere”, con grandi benefici per muscoli e tendini, ma anche per l’apparato cardio-circolatorio e respiratorio. Certo, rispetto alla camminata classica, il Nordic Walking richiede un maggiore sforzo fisico, ma con un po’ di allenamento e con la giusta tecnica si ottengono risultati notevoli.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>