Poledance, Campionato Europeo a Roma

di Piera Bellelli 1

La Poledance è entrata a far parte delle discipline più richieste e seguite confermandosi la nuova tendenza della stagione di fitness appena iniziata. Ad appassionare tanto chi pratica questa “danza al palo” sono i movimenti sensuali, ma intensi capaci di regalare un corpo tonico, snello e forte. Nata negli USA più di 20 anni fa, la Poledance sta riscuotendo successo anche in Italia e, il 29 settembre, Roma ospiterà il Campionato Europeo di Pole Dance. Un’occasione imperdibile per chi pratica questa disciplina, ma anche per chi vuole conoscerla.

Il Campionato Europeo di Poledance ospiterà i più famosi pole dancer provenienti da tutti i paesi europei. Un giorno speciale, dedicato a questa disciplina, che vedrà affrontarsi al palo uomini e donne, suddivisi nelle quattro categorie previste dalla competizione. Le esibizioni prevedono sia coppie che gruppi. Ovviamente, saranno presenti anche i due pole dancer italiani, Alessandra Marchetti e Davide Zongoli, primi classificati all’ Italian Pole Championship.

Il Campionato Europeo di Poledance, organizzato dalla EPSU EuropeanPole Sport Union, in collaborazione con e PoleXGym di Roma, sarà un momento dedicato anche alla formazione ed alla specializzazione di coloro che hanno già intrapreso questo percorso. A gara conclusa, infatti, Roma ospiterà anche workshop e corsi intensivi tenuti dai più grandi nomi del settore.  Natasha Wang, campionessa statunitense di pole dance  e Maria Luz Escalante,  dall’Argentina, metteranno a disposizione degli allievi la loro esperienza per corsi di pole dance che si ispirano ai ritmi latini e coinvolgenti del tango per coreografie acrobatiche e sensuali. Un altro corso, invece, previsto anche a Bologna, sarà tenuto da un’ étoile italiana, Giulia Piolanti, vice campionessa del mondo 2011 di pole dance e acrobata a Le Cirque du Soleil.

Una curiosità: l’abbigliamento dei pole dancer, che prevede shorts di dimensioni ridotte, una fascia coproseno, cavigliere e polsiere, spesso ornati da lustrini, strass ed altre decorazioni, ha uno scopo sopratutto coreografico. Per motivi tecnici, però, non si possono coprire alcune parti del corpo poichè sono essenziali per la presa e per eseguire posizioni al palo mantenendo l’equilibrio.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>