Pole Dance, intervista a Giulia Piolanti

di Redazione 1

Giulia Piolanti non è solo una pole dancer, è ballerina e artista circense, insomma: è un’atleta e un’artista a 360°. Dal 2008 gira il mondo con il Cirque du Soleil e attualmente è in tour con il nuovo spettacolo della compagnia “Michael Jackson – The Immortal world tour”, nel quale si esibisce come pole dancer. Noi de ilfitness l’abbiamo raggiunta telefonicamente e ci siamo fatti raccontare com’è nata la sua passione per la pole dance.

Giulia, come inizia la sua carriera di artista?

Ho iniziato a praticare ginnastica ritmica quando avevo sei anni e ho continuato a livello agonistico fino ai 19 anni, poi ho studiato all’accademia di danza di Milano e a 20 anni ho iniziato a ballare per una compagnia italiana. Dopo sette anni sono stata contattata dal Cirque du Soleil che mi ha proposto uno spettacolo in Giappone, e da lì è iniziata la mia collaborazione con la prestigiosa compagnia circense canadese.

Come si è avvicinata alla pole dance?

L’ho scoperta in Giappone. Nello show del Cirque du Soleil avevo un numero di palo cinese che mi ha fatto avvicinare a questa disciplina, poi ho conosciuto la grande pole dancer Mai Sato e mi sono appassionata ancora di più alla pole dance; all’inizio mi allenavo nella palestra del teatro, dato che avevo a disposizione il palo, e poi, ne ho comprato uno mio.

Consiglierebbe di praticare la pole dance? Se sì, perché?

Certo, è una disciplina che dà enormi benefici a livello fisico e mentale: migliora il modo di concepire il proprio corpo e l’autostima;, a livello prettamente fisico ottimizza la coordinazione, l’elasticità, tonifica i muscoli e fa bene alle articolazioni; nella pole dance, infatti si utilizzano al 100% tutti i muscoli corporei

Si parla spesso di rendere la pole dance una disciplina olimpica, lei è favorevole?

Diciamo 50 e 50! Prima che uno sport la pole dance è una disciplina artistica. La pole dance non è solo regole e tecnica, è anche interpretazione, è danza, è intrattenimento; quindi prevedere un futuro solo a livello agonistico e competitivo è davvero difficile.

 

Per approfonfimenti sul mondo della Pole dance: Poledanceitaly

 

[Foto]

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>