Meditazione, pochi minuti per vivere meglio

di Piera Bellelli Commenta

La meditazione è una pratica molto diffusa nei Paesi Orientali che sta conquistando però anche il mondo Occidentale, sempre più alla ricerca di momenti di relax ed evasione che permettano di vivere meglio nonostante i ritmi stressanti della vita quotidiana. Ecco una serie di consigli per incominciare ad avvicinarsi alla meditazione e capire come  può essere utile per vivere meglio.

Per prima cosa è importante chiarire il significato del termine meditazione che,  in Occidente, assume un significato diverso da quello originario delle popolazioni orientali. In Occidente la meditazione è una pratica che indica concentrazione,  la capacità di riflettere su qualcosa; in Oriente, invece, la meditazione vuol dire creare un vuoto mentale per lasciar fluire liberamente i pensieri.

L’aspetto più difficile, per chi si avvicina alla meditazione senza una finalità strettamente spirituale, ovvero legata alle varie religioni,  è la capacità di sgombrare la mente dai pensieri. Oggi, infatti, riceviamo una grande quantità di input e restare letteralmente senza far niente, senza pensare, appare davvero difficile.

Chi vuole avvicinarsi a questa pratica deve, quindi, ritagliarsi un po’ di tempo e di spazio per sè, lontano dagli altri e da distrazioni, come pc, smartphone, tv etc, e concentrarsi su di sè. Una delle tecniche più semplici è quella che si basa sulla respirazione, elemento comune a molte pratiche orientali come lo Yoga, ma anche al metodo Pilates.

Praticare anche qualche minuto di meditazione al risveglio, o prima di andare a dormire, consente di migliorare il proprio stato di salute, sia sotto l’aspetto fisico che quello psicologico.

Per iniziare ecco un semplice esercizio che non richiede molto tempo.
Dopo aver trovato una posizione comoda, seduti o distesi, cercare di rilassare tutto il corpo sciogliendo eventuali tensioni delle articolazioni. Sarebbe opportuno lasciar chiudere spontaneamente gli occhi.

A questo punto, bisogna contare molto lentamente da 10 a 0, rilassandosi sempre di più, e cercando, man mano che va avanti il conteggio, di trovare un contatto con l’io più profondo. A questo punto si raggiunge il massimo livello di rilassamento e bisogna lasciar fluire i pensieri. Può capitare che alcuni problemi vengano a galla ed è il momento per affrontarli in maniera positiva.

Per “risvegliarsi” dalla meditazione contare da 0 a 10 molto lentamente, riaprire gli occhi, fare un bel respiro  e riprendere, man mano, tutte le attività. La sensazione di benessere e leggerezza è garantita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>