Giocare a calcio aiuta a combattere l’ipertensione

di Redazione 2

Giocare a calcio non è solo uno degli sport preferiti e più praticati dai ragazzi e dagli uomini: è anche il metodo migliore per potenziare il fisico e per normalizzare la pressione arteriosa , soprattutto per gli uomini di mezza età. A sostenerlo è uno studio condotto dalle Università di Exeter e Copenhagen pubblicato su Medicine and Science in Sports and Exercise.

La ricerca è stata condotta su oltre trenta maschi di età compresa tra i 33 e i 54 anni affetti da moderata ipertensione; i volontari sono stati divisi in due gruppi: al primo gruppo è stato chiesto di effettuare un allenamento calcistico per un’ora due volte alla settimana, mentre al secondo sono stati dati dei consigli relativi all’ipertensione a livello alimentare e sportivo.

Al termine dei sei mesi di ricerca è emerso che la pressione di tre pazienti su quattro di quelli che avevano seguito l’allenamento calcistico era tornata normale, nello specifico la pressione arteriosa aveva registrato una media di 10 mmHg in meno. Inoltre, il gruppo che aveva giocato a calcio aveva perso peso, ridotto il numero dei battiti cardiaci a riposo e migliorato il massimo consumo di ossigeno.

Nel gruppo che, invece, aveva seguito solo i consigli dei medici, la pressione arteriosa si era abbassata solo di 5 mmHg senza altri miglioramenti.

Il dottor Peter Krustrup, il principale autore dello studio ha spiegato:

La rirovata forma fisica rendeva questi pazienti anche più efficienti in altre attività quotidiane come salire le scale, andare in bicicletta o falciare il prato di casa. Anche se lo studio ha coinvolto pochi pazienti, abbiamo mostrato come praticare il gioco del calcio possa avere un effetto positivo sulla pressione arteriosa e questo potrebbe contribuire a una vera e propria prevenzione cardiovascolare negli uomini ipertesi.

Insomma: alla luce di questo studio non è più il caso di arrabbiarsi se i nostri compagni ci “abbandonano” per la settimanale partita di calcetto con gli amici.

 

[Fonte]

Photo Credit | Thinkstock

 

 

 

 

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>