Patatine fritte? No grazie, ecco le alternative per restare in forma

di Piera Bellelli Commenta

Le patatine fritte sono uno dei piatti più apprezzati da adulti e bambini: saporite, croccanti e gustose, è un cibo che invoglia ad essere mangiato come contorno, come spezzafame ed in ogni momento della giornata, magari mentre si guarda un film o la partita in tv. Tra le diverse tipologie patatine fritte, meglio preferire quelle fatte in casa piuttosto che quelle dei fast food o in busta. Ecco però alcune alternative altrettanto gustose con cui sostituire le patatine per rimanere in forma.

Se proprio si ha voglia di patatine fritte, meglio concedersi una salutare alternativa che non da sensi di colpa o calorie extra. Il primo consiglio è piuttosto ovvio: invece che friggere le patate, basta cuocerle al vapore o al forno, limitando il condimento ed abbondando invece con le spezie. In poco tempo si avrà un piatto gusto, ricco di carboidrati, meglio quindi da consumare a pranzo o come contorno dopo un workou intenso, ma sano.

Se invece si cerca qualcosa di più sfizioso, bisogna puntare sulla pastinaca, poco conosciuta in Italia, simile alle patate ma più vicina al profilo nutrizionale delle carote. E’ ricca di acido folico, di vitamina K e di fibre e può essere consumata al forno, tagliata a listarelle e condita con le spezie, meglio se con il curry.

I ceci tostati e conditi sono uno snack sano, ricco di proteine e molto saporito: per prepararli basta scolarsi dalla loro acqua di cottura,  o quella presente nel barattolo, condirli con spezie e poco sale, magari preferendo quello integrale, ed infornarli per 30 minuti circa a 200/250°.

Il tofu (proteine vegetali derivate dalla soia) o la feta (tipico formaggio greco, non molto ricco di calorie) sono ideali per essere tagliati a listarelle sottili ed essere preparati in tanti modi: non solo fritti, ma anche cotti sulla griglia, magari precedentemente marinati o passati nello yogurt. Si possono consumare così o aggiunti in un’insalata. Gusto e benessere assicurati: una porzione assicura il giusto apporto proteico. Un’idea in più? si possono passare in semi di sesamo e pezzetti di mandorle.

Sai che anche le foglie degli spinaci possono essere fritte? Almeno in questo modo alle calorie dell’olio non si aggiungono quelle delle patate, ricche di amido, ma solo le poche calorie di questa verdura ricca di vitamine e di ferro. Per assimilarlo, meglio spruzzarli con un pò di limone prima di mangiarli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>