Snack, dolci e cockatil? Scopri i trucchi per renderli più sani

di Piera Bellelli Commenta

Chi desidera restare in forma, o deve perdere peso, molto spesso è costretto a fare qualche sacrificio che vuol dire rinunciare ad un piatto, eliminare dolci e zuccheri, dire di no a qualche cocktail in più. Tuttavia, basta scegliere con attenzione gli alimenti per trovare dei compromessi gustosi, ma molto più sani. Ecco qualche trucco.

Utilizzare alcuni trucchi in cucina vuol dire, ad esempio, sostituire la panna con lo yogurt greco, o con la variante vegetale a base di soia, preferire alimenti integrali piuttosto che quelli raffinati, come farina e zucchero bianco, oppure eliminare il tuorlo per aggiungere più albume, proteico e povero di grassi. In realtà, queste sono le soluzioni più comuni, ma vi sono tantissimi altri modi di rendere gustosi e saporiti anche i piatti più calorici.

Se si desidera gustare un cocktail, si può preparare in casa un’alterativa salutare e meno pericolosa per la linea. Al posto dello zucchero o dei succhi zuccherati che vengono aggiunti all’alcool, meglio scegliere l’acqua di cocco, disponibile anche in altre fragranze. Si riducono le calorie ed il quantitativo di zuccheri e carboidrati per fare il pieno di sostanze minerali e vitamine. Ottima idea anche per un aperitivo dopo la palestra con meno senzi di colpa.

Torte, plumcake e muffins richiedono una buona dose di grassi, come il burro. Sostituisci il grasso animale con un pò di avocado che non altera il sapore, ma permette di risparmiare 80 calorie, 9 gr di grasso, tra cui 7gr di saturi per ogni cucchiaio di burro. Questo particolare frutto può essere sminuzzato ed aggiunto agli impasti, ma anche alle creme, come addensante. Più viene tritato e più diventa cremoso.

Un’altra soluzione insolita, e che a prima vista potrebbe destare stupore, prevede l’utilizzo dei fagioli neri. Ricchi di proteine e poveri di grassi, possono essere sostituiti alla farina nei soliti impasti: basta eliminare una tazza di farina ed aggiungere i fagioli precedentemente bolliti o in scatola. Il sapore non cambia e sono anche senza glutine. Per un gusto più dolce e deciso, meglio utilizzare gli azuki, una varietà giapponese.

Per uno smoothie rinfrescante e nutriente, prova gli edamame: questi fagioli di soia possiedono una grande quantità di proteine, sono poveri di grassi e carboidrati e ricchi di fibre. Aiutano il metabolismo e possono essere congelati e frullati con un pò d’acqua, o con un pò di succo dolce.

Le patate contengono un alto quantitativo di amici e carboidrati e sono anche ad alto indice glicemico. Se si ha voglia di purè o di crocchette, meglio sostituire le patate con il cavolfiore. Questo ortaggio, infatti, si presta benissimo a queste preparazioni: è saziante, ma meno ricco di glucidi. Si può usare anche per le zuppe e vellutate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>