Crema Budwig, una colazione ernergetica per restare in forma

di Piera Bellelli 1

La crema Budwig è una preparazione particolare prevista dalla dieta Koushime e reiventata dalla ricetta originale della dott.ssa tedesca Budwig, da cui prende il nome. Si tratta di un mix di ingredienti sani e ad alto valore energetico capace di apportare i nutrienti necessari per il corretto funzionamento dell’organismo. Un modo nuovo per iniziare la giornata con energia, grazie ad una colazione ricca, completa ed equlibrata che non farà avvertire lo stimolo della fame fino all’ora di pranzo.

I cibi energetici sono spesso anche molto calorici: tuttavia, scegliendo con cura gli ingredienti, proprio come fa il metodo Koushime, è possibile rimanere in forma e fare il pieno di nutrienti. Questo programma alimentare si basa su alcuni principi fondamentali tra i quali la riduzione dei cibi di origine animale, l’eliminazione dello zucchero bianco e sostanze raffinati, privilegiando cibi come frutta e verdura, capaci di mantenere sotto controllo il livello di acidità dell’organismo.  Non si tratta tanto di una vera e propria dieta per perdere peso, ma di un regime alimentare che viene impiegato anche per migliorare la vita dei malati di cancro.

La crema Budwig mischia  ingredienti ricchi di acidi grassi essenziali, come omega 3 ed omega 6, utili anche per constrastare l’invecchiamento, proteine sopratutto vegetali, carboidrati a basso indice glicemico, vitamine e minerali.

Per preparare la crema Budwig in maniera piuttosto veloce, compatibile co le abitudin quotidiane, si può utilizzare un frullatore. Gli ingredienti da mischiare insieme sono:

– cereali (avena, farro, kamut, etc, preferibilmente integrali), semi di lino, semi oleosi (zucca, girasole, etc.) e frutta secca (noci, mandorle, etc.);
–  frutta fresca (banana, ottima per chi pratica sport per l’apporto di potassio, ma anche una mela o una pesca, o frutta a scelta);
– limone, fonte di acido citrico e vitamine: si può aggiungere il succo o il frutto a pezzi con la buccia per assimilare anche i bioflavonoidi;
– yogurt e/o latte di soja, tofu, ricotta, evitando, se possibile, il latte vaccino, per garantire il corretto apporto proteico. 

Non mancano anche versioni “salate” di questa crema che prevedono avena, latte e/o yogurt, con verdura, come pomodori, lattuga, sedano o carote, al posto della frutta. Ognuno deve riuscire a trovare la combinazione più gradevole, anche per il palato e secondo le sue necessità. Ad esempio, chi soffre di stitichezza può sostituire il limone con l’arancia, ricca di vitamina C. Gli ingredienti vanno mescolati nel frullatore. Si otterrà una crema densa e corposa che può essere resa più fluida con il latte, al posto dello yogurt, o aggiungendo un po’ d’acqua.

I pro della crema Budwig riguardano la completezza dei nutrienti presenti in un solo pasta e la scelta di alimenti sani che possono essere cambiati. Basta scegliere un cereale o aggiungere un altro tipo di frutta per avere un nuovo sapore. Tuttavia, può risultare piuttosto impegnativa da preparare e non adatta a coloro che non sono abituati a fare un pasto completo a prima mattina. Ovviamente, è necessario evitae di assumere cibi troppo calorici durante la giornata per non rischiare di assimilare calorie in eccesso.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>