Tre esercizi per una postura corretta

di Gioia Bò Commenta

Una posizione sbagliata tenuta per molte ore nel corso della giornata può causare gravi danni alla colonna vertebrale, compromettendo la corretta postura. Esistono però egli esercizi specifici, che aiutano a ripristinare il giusto equilibrio e migliorano la tenuta della schiena, in modo che la colonna vertebrale risulti perfettamente diritta. S tratta di esercizi semplici che richiedono pochi minuti di applicazione nel corso della giornata.

Cosa occorre per migliorare la postura? Due piccoli pesi (all’inizio basteranno un paio di chili), qualche minuto di esercizio e molta costanza. E allora andiamo a vedere quali sono i migliori esercizi da fare in casa per migliorare la postura ed evitare i piccoli (o grandi) problemi causati da una posizione irregolare della schiena.

Primo esercizio. Si parte dalla posizione prona, con i piedi puntati a terra e la mano sinistra sul pavimento, in modo che il corpo sia sollevato da terra. Nella mano destra impugneremo un manubrio e porteremo il gomito all’indietro, mantenendo la posizione per qualche secondo. Quindi torneremo nella posizione di partenza, riportando a terra la mano con il manubrio e ripeteremo l’esercizio per almeno 20 volte, prima di spostare il manubrio sulla mano sinistra.

Secondo esercizio. Si parte dalla posizione eretta con le gambe leggermente divaricate, tenendo nelle mani due manubri. Pieghiamo il ginocchio destro, allargando le braccia ed inclinando il busto, in modo che quest’ultimo sia parallelo al pavimento. Manteniamo la posizione, stringendo le scapole e poi torniamo nella posizione di partenza. Ripetiamo l’esercizio per almeno dieci volte, prima di passare all’altro lato del corpo.

Terzo esercizio. Si parte dalla posizione supina, si piegano le ginocchia a 90 gradi, tenendo i gomiti piegati e due manubri nelle mani. A questo punto stendiamo le braccia verso l’alto e contemporaneamente solleviamo le gambe, in modo che anche il bacino risulti sollevato da terra. Manteniamo la posizione per qualche secondo e torniamo con bacino a braccia a terra, prima di ripetere l’esercizio per almeno dieci volte.

Photo Credits | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>