Pausa pranzo, come farla diventare un momento di benessere

di Piera Bellelli Commenta

La pausa pranzo è un momento in cui, allontanando un attimo la testa ed i pensieri dal lavoro, ci si puo’ dedicare, seppur velocemente alla cura del proprio corpo. Basta davvero poco, infatti, per unire attività fisica ed alimentazione sana. E’ importante pero’ alzarsi dalla scrivania ed evitare di consumare il proprio pasto al pc, un’abitudine dannosa, sopratutto per la linea, come spiegato dall’Università di Bristol: quando la mente è distratta da altre attività non si presta attenzione al cibo e quindi non si percepisce il senso di sazietà. Cosa mangiare? Meglio evitare snack e preparare il prorio pasto.

Dieta e palestra sono due parole chiave per mantenersi in forma e ritrovare il benessere ed è possibile conciliare questi due elementi durante la pausa pranzo. Staccare la testa dal pc ed allontanare il pensiero dal lavoro, aiuta a ritrovare serenità ed alleviare lo stress. In base al tempo che si ha a disposizione, si puo’ decidere di consumare il pranzo prima o dopo l’allenamento.

L’attività fisica va scelta anche in base alla durata della pausa pranzo: in palestra, si possono eseguire allenamenti brevi ed intensi, circuit training, oppure effettuare 30/40 minuti di cardio, magari da alternare ad altre tipologie di allenamento. Se si ha più tempo, invece, si possono seguire i corsi collettivi di fitness che moltissime palestre offrono proprio all’ora di pranzo. In alternativa, si puo’ fissare una seduta con un personal trainer che riuscirà a farmi massimizzare i risultati nel tempo a vostra disposizione.

Se invece si è più “sfortunati” e la pausa pranzo non consente di allontanarvi troppo dall’ufficio, potete scendere a fare una passeggiata per strada, meglio se vicino ad un’area verde, per sgranchire le gambe, praticare una leggera attività fisica e rilassare la mente. Una passeggiata a passo sostenuto (7 km l’ora) permette di bruciare calorie cinque volte in più a quando si è seduti. Oppure, se si resta al pc, si possono praticare alcuni esercizi di ginnastica da fare alla scrivania.

Da evitare snack ai distibutori, ricchi di grassi, conservanti e calorie, ma portare con s’è il proprio pasto. Un’insalata con tonno, carne magra, formaggi light e derivati della soia, oppure cereali con verdure bollite, un panino o una piadina integrale con affettato magro, tofu e verdure, sono tutte alternative pratiche che possono essere preparate in anticipo. Inoltre, tenete sempre un po’ di frutta fresca e secca per gli spuntino o per un attacco di fame improvvisa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>