Le diete da evitare

di Piera Bellelli Commenta

Se tra i propositi per il prossimo anno, passate le feste di Natale, vi è quello di mettersi a dieta, fate attenzione ad alcuni regimi alimentari che la British Dietetic Association BDA ha individuato come potenzialmente dannosi ed inutili. Tra le diete sotto accusa vi sono molti nomi famosi e programmi alimentari adottati anche dalle star, come la Dieta Dukan o la Nec. Ecco perchè.

La British Dietetic Association BDA monitora ogni anno i regimi alimentari proposti dalle varie diete e, in base ad una rigorosa analisi, stabilisce la loro inutilità e pericolosità per la salute. Stavolta, a finire nel mirino degli esperti nutrizionisti inglesi, sono stati alcuni tra i regimi ipocalorici più diffusi.

La Dieta Dukan, ad esempio, ideata dal medico Dukan e molto diffusa, che si basa su tre momenti in cui evitare alcuni alimenti per reintrodurlo poco alla volta, preferendo sempre le proteine, l’unico gruppo alimentare ammesso, ad esempio, all’inizio della dieta, nella fase d’ attacco. La BDA conferma per il terzo anno consecutivo che la dieta Dukan risulta essere la peggiore di tutte poichè “è confusa, estremamente rigida e con troppi effetti collaterali, fra cui spossatezza, stitichezza ed alito cattivo”.

Sottoaccusa anche la NEC, acronimo che sta per nutrizione enterale chetogena, il regime dimagrante che si basa sull’alimentazione liquidia per i primi dieci giorni.  In questo periodo vengono forniti solo  vitamine e lassativi che non vengono assunti per bocca, ma attraverso un sondino naso-gastrico da tenere tutto il giorno. Si tratta di un regime alimentare che mutua le dinamiche delle terapie riservate  ai malati cronici e che, come si può immaginare, è assolutamente estrema e pericolosa se eseguita con l’unico scopo di perdere peso.

Le diete più “strane”, ovviamente, sono suvito state prese di mira dalla BDA. Tra queste, la Six Weeks to Omg Diet, un piano alimentare che esclude ogni forma di carboidrato, anche la frutta, e si basa sull’assunzione di proteine, esercizio fisico a digiuno seguito da un caffè amaro e da un bagno freddo, degli stratagemmi che dovrebbero avere un effetto termogenico. Inoltre, attenzione se pensate di mangiare bene tutta la settimana per poi alzare il gomito durante il week end: questa “moda”, infatti, si chiama Alcorexia o Drunkorexia, e avrebbe come obiettivo quello di non mettere peso anche bevendo esageratamente nel fine settimana.

Inutile sottolineare i danni dell’ alcool, ma è bene sapere che le calorie derivanti dai drinks vengono assimiliate lo stesso insieme a zucchero, sciroppi ed altri ingredienti presenti nei cockatil che, solitamente, sono spesso accompagnati da noccioline e snacks salati. Insomma, un ottimo modo per vanificare i sacrifici di una settimana con un bicchiere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>