I consigli per l’allenamento di Gunner Peterson

di Piera Bellelli Commenta

Gunner Peterson è uno dei più famosi personal trainer . E’ lui infatti ad allenare star come Jennifer Lopez e Kim Kardashian, oltre che creatore di numerosi programmi ed attrezzi per il fitness. Gunner, di origine svedese è anche esperto di allenamento funzionale e svolge il suo lavoro da più di 20 anni. Ecco alcuni consigli per allenarsi in maniera efficace.

Nel suo studio a Beverly Hills, che ospita atleti e personaggi famosi, Gunner Peterson si dedica a sedute di training personalizzate che puntano sopratutto sull’allenamento funzionale. Una curiosità: Gunner ha creato anche un programma di allenamento ideato appositamente per gli amanti di cani e gatti in modo da poter svolgere gli esercizi in compagnia dei loro pets.

Il segreto degli allenamenti di Kim Kardashian risiede nella combinazione di esercizi che coinvolgono tutti i gruppi muscolari e in un breve circuito di cardiotraining, ideale per bruciare calorie e grassi oltre che migliorare il sistema cardiovascolare. Inoltre, gli esercizi per la parte bassa ed alta del corpo si alternano in un complesso programma di allenamento che favorisce la circolazione, migliorando anche alcuni inestetismi come la cellulite.  A questi, poi, vengono abbinati esercizi, anche con l’ausilio di gymball o stability balls, per la parte centrale del corpo, il core, ideali per scolpire la pancia e migliorare la postura. L’allenamento inizia con 5-10 minuti di riscaldamento per poi includere anche vogatore, corsa e cyclette.

Per quanto riguarda l’alimentazione, Gunner Peterson, di cui si possono leggere i  tweet per essere sempre aggiornati e trovare nuove idee per rimanere in forma, consiglia una dieta che include sempre, ad ogni pasto, carboidrati, proteine e grassi e mette al bando farina e zuccheri.

Peterson allena anche JLo ed è proprio a lui che la star deve la sua forma post gravidanza. Il suo programma di allenamento, di circa un’ora e mezza per sei giorni alla settimana, prevede esercizi classici ed un lavoro total body, ma anche un programma speciale per allenarsi a casa, quando non è possibile andare in palestra. Un esempio? Per allenarsi basta anche sollevare un oggetto (come una pila di asciugamani) stando in piedi su una superficie piatta. Importante però è non dimenticare mai lo stretching finale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>