Il fitness da fare in auto

di Piera Bellelli Commenta

Guidare per molto tempo è un’attività impegnativa che richiede molta concentrazione ed inoltre si è costretti a stare a lungo in una stessa posizione. L’automobile però è il mezzo di trasporto che viene preferito più spesso da chi deve raggiungere un luogo lontano, per lavoro o per piacere. Per sopperire ai disturbi apportati dalla guida prolungata è nato un programma di fitness specifico per gli automobilisti

Questo particolare programma di fitness nasce dalla collaborazione di Bridgestone, nota marca di pneumatici, l’ INJOY Fitness Club e due Università tedesche e si chiama FAHRT – FIT, ovvero viaggiare in forma.

L’auto diventa una vera e propria palestra dove praticare attività fisica ad-hoc per le esigenze dei guidatori. Il programma Fahrt-Fit prevede tre moduli: uno da svolgere in palestra, uno a casa, per prepararsi la viaggio, ed uno da eseguire durante i momenti di pausa, magari nelle aree di sosta.

Dopo due ore di guida bisognerebbe fermarsi e riposare: la posizione seduta, infatti, aumenta i dolori al collo ed alle spalle e produce una contrazione di queste aree e della colonna vertebrale ostacolando anche il normale flusso sanguigno, sopratutto negli arti inferiori. Gli esercizi da fare durante la sosta, infatti, prevedono l’allungamento della parte superiore del corpo, senza tralasciare la cervicale, e  flessioni e piegamenti delle gambe. La macchina ed il suo abitacolo viene utilizzata come un vero e proprio attrezzo, ad esempio, per praticare flessioni.

In palestra, invece, o all’aria aperta, vanno eseguiti esercizi cardiovascolari, come la corsa e la bicicletta che aiutano a mantenere attiva la concentrazione che, invece, viene messa a dura prova in viaggio. L’attività fisica di tipo cardio avrebbe, secondo i ricercatori dell’ Università di Amburgo, un effetto positivo anche sul multitasking. ovvero la capacità di svolgere più azioni contemporaneamente, requisito indispensabile sopratutto quando si guida nel traffico.

Come in un tradizionale programma di fitness, viene prestata attenzione anche all’alimentazione: da preferire un pasto preparato a casa, come un panino integrale con una fonte proteica e verdura, accompagnato da un frutto o meglio da un succo, più pratico e comodo da portare e consumare. Da evitare, invece, i menu pubblicizzati dalle catene di ristorazione e fast food che sono ricchi di grassi e pesanti da digerire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>