Triathlon, come iniziare

di Piera Bellelli Commenta

Il Triathlon raggruppa tre diverse discipline per uno sport multidisciplinare altamente impegnativo e coinvolgente. Nuoto,ciclismo e corsa sono le altre attività che vengono svolte di seguito l’una all’altra mettendo alla prova gli atleti per la loro resistenza, forza, coordinazione, ma anche capacità di confrontarsi con diversi gesti atletici. Come iniziare a paraticare il Triatlhon? 

L’idea di unire le discipline più praticate nasce da un gruppo di amici alle Hawaii nel 1977.  La scommessa riguardava lo sport che richiedeva maggiore resistenza e cosi, per gioco, decisero di combinare le tre discipline in un’unica gara. Nuoto, ciclismo e corsa diedero così vita alla prima gara di Triathlon che, come si racconta, coinvolse 14 partecipanti.

Oggi il Triathlon è una disciplina olimpica che prevede diverse tipologie di gara su differenti lunghezze. La più impegnativa è quella denominata, appunto, Ironman che mette insieme 3,8 km nuoto, 180 km bici e 42 km corsa. Chi pratica Triathlon è un’atleta completo capace di competere sia nelle discipline aerobiche che di fondo.

Chi vuole iniziare a dedicarsi al Triathlon deve sopratutto pensare a questo sport non come ad un’unione di diverse attività, ma ad un unico sport. Si tratta di una disciplina impegnativa, ma comunque praticabile da tutti con una buone dose di impegno e motivazione. Ovviamente, si inizia con percorsi brevi e più semplici. E’ consigliabile effettuare tre sedute di allenamento alla settimana in cui si alternando le varie attività. Chi non ha mai praticato attività sportiva può incominciare con una corsa di circa 20 minuti ed un giro in bici. E’ importante dare modo alle articolazioni ed ai muscoli, coinvolti su più fronti, di abituarsi allo sforzo. Anche chi è già allenato, magari perchè pratica uno di questi sport o va in palestra, deve iniziare gradualmente. Nel primo caso meglio dedicarsi per uno o due mesi solo alla corsa ed alla biciletta, mentre nel secondo caso si può iniziare alternando tutte e tre le discipline.

Chi ha particolari problemi o è in sovrappeso può sostituire la corsa con una passeggiata a ritmo sostenuto prolungando però il tempo. Oppure, alternare i tratti di corsa alla passeggiata. Un consiglio è quello di farsi seguire da un’ istruttore o un atleta esperto per evitare di incorrere in infortuni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>