La postura corretta per dormire bene

di Sara Mostaccio Commenta

A letto trascorriamo una buona porzione delle ore della nostra giornata, o almeno dovremmo visto che le ore di sonno sono importantissime, ma qual è la postura corretta per dormire bene? Scopriamo come migliorarla per riposare meglio e svegliarci rilassati e pieni di energia per affrontare il nuovo giorno.

Sono tutti consigli semplici ma quanti di noi li mettono veramente in pratica? Potremmo considerarli uno sprone per coinciare ad adottarli, uno dopo l’altro, e vedere gli immediati vantaggi che ci regalano.

Una postura naturale

Le posizioni migliori per favorire il sonno e riposare bene sono a faccia in su o sdraiati di lato. Queste due posizioni non comprimono le diverse parti del corpo, favoriscono il relax e la corretta respirazione. Dormire a faccia in giù, al contrario, sforza il collo, comprime il petto e non consente la giusta respirazione.

Letto e cuscino

Se ci alziamo stanchi e stropicciati forse è colpa del letto o del cuscino che devono essere di buona qualità per sorreggere il corpo e il collo, favorendo una posizione naturale e riposante. Influiscono anche le preferenze di ciascuno: c’è chi predilige un materasso duro, chi non può fare a meno del cuscino basso. L’importante è sentirsi comodi e modificare ciò che non funziona bene per noi.

Correggere gli errori

Se non trovate una posizione che sia comoda e vi faccia alzare riposati, o se tendete ad assumerne una scorretta mentre dormite, provate a correggere gli errori. Per esempio potreste provare con un cuscino basso sotto le ginocchia se provate fastidio alla zona lombare mentre dormite a faccia in su. Se invece dormite di lato potreste trovare utile un cuscino tra le ginocchia.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>