Perdere peso con lo yoga

di Sara Mostaccio Commenta

È una domanda che si pongono in molti: è possibile perdere peso con lo yoga o è una disciplina che ha un impatto diverso, pur profondo, sul corpo? La risposta non è semplice, perché dipende da molti fattori.

Esistono diverse tipologie di yoga e il ritmo della pratica incide notevolmente sull’aspetto cardiovascolare della disciplina. Se praticate Hatha yoga avrete un impatto minore rispetto alla pratica del Vinyasa o dell’Ashtanga, che richiedono un impegno fisico maggiore in termini di dinamismo.

D’altro canto il raggiungimento e il mantenimento delle posizioni richiede lo stesso impegno, sia fisico che mentale, in ogni tipo di yoga. Si produce dunque un dispendio energetico di base condiviso e un lavoro muscolare, generalmente isometrico, che tonifica i muscoli e li rende più forti.

Ciò favorisce anche una ricaduta positiva sul metabolismo, che si riattiva e brucia di più. Le conseguenze sulla forma fisica, dunque, esistono in qualunque caso, ma varia il loro grado di incidenza.

Resta sempre valida la necessità di associare alla pratica fisica anche un’adeguata alimentazione, bilanciata, varia e sana. Non crediate tuttavia che praticare lo yoga consista essenzialmente in un po’ di strecthing. Tutt’altro.

Lo yoga richiede uno sforzo sia fisico che mentale che coinvolge tutti gli aspetti del nostro corpo: concentrazione, respirazione, forza, resistenza e flessibilità vengono allenati intensamente con risultati evidenti anche sulla forma.

Da un punto di vista mentale, inoltre, abituarsi alla pratica comporta una maggiore consapevolezza del proprio corpo e del proprio atteggiamento verso molti aspetti della vita. Si diventa più consci di sé e dei propri comportamenti e a questa maggiore chiarezza corrispondono spesso anche gli strumenti per intervenire sulla propria vita e su ciò che vogliamo cambiare, modificando le cattive abitudini.

Sotto il profilo fisico ogni posizione, che sia eseguita singolarmente o in sequenza, coinvolge tutto il corpo e produce benefici significativi a livello circolatorio, muscolare e articolare. Diventare più flessibili, agili e tonici e migliorare la postura automaticamente migliora anche il nostro aspetto, pur se intervenendo marginalmente sul peso effettivo. Scegliendo una pratica che coinvolge anche l’aspetto cardiovascolare, come il Vinyasa, si bruciano inoltre tra le 400 e le 600 calorie l’ora.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>