Interval training, gli errori da evitare

di Piera Bellelli Commenta

L’ interval training è una delle formule di allenamento più efficaci per chi desidera dimagrire e definire il proprio corpo. Alternando momento di corsa in velocità con il recupero, inoltre, si allena anche il cuore migliorando circolazione e respirazione. Questo tipo di allenamento richiede però di prestare attenzione ad alcuni fattori: scopri gli errori da evitare.

 

L‘interval training è un allenamento adatto anche a chi ha poco tempo e non può dedicarsi a lunghi allenamenti in palestra. Il tempo è ridotto, ma l’intensità è alta: in poco tempo, quindi, si bruciano grassi e calorie e si lavora anche sulla resistenza. Attenzione però, non basta salire sul tapis roulant ed impostare il programma ad intervalli per allenarsi in maniera efficace.

Ecco una rassegna degli errori più comuni da evitare per migliorare il proprio allenamento ed ottenere i risultati sperati.

  • Iniziare con troppa intensità: sopratutto se sono le prime volte che si lavora con questo tipo di allenamento, è bene dare al corpo il tempo di abituarsi. Infatti, meglio non partire subito con due minuti di corsa veloce: i muscoli, o meglio le fibre muscolari, responsabili della velocità, sono infatti diverse da quelle utilizzate durante le lunghe distanze e necessitano di essere allenati. Se si parte subito velocemente, si rischia di ritrovarsi senza fiato e con dolori alle gambe. Il consiglio è quello di iniziare con sprint moto brevi, circa di 10/20 secondi ed aumentare man mano il tempo in velocità. 
  • Attenzione al recupero: tra uno sprint e l’altro c’è un importantissimo tempo dedicato al recupero che aiuta il corpo ad eliminare la fatica fatta in velocità ed a far riprendere muscoli, cuore e fiato dallo sforzo. Tuttavia, il recupero tra gli sprint non deve essere così blando: è necessario sempre mantenere una buona velocità. Ad esempio, potete correre a 10/12 km/h ed abbassare a 7.0/7.5 km/h la velocità durante il recupero se avete un buon allenamento. L’idea è quella di fare una camminata veloce o una corsa leggera.
  • Ripetere lo stesso workout: L’allenamento ad intervalli aiuta ad eliminare la possibilità di “stallo”, ovvero di allenarsi senza risultati poichè non si forniscono stimoli ai muscoli. Ovviamente, anche se ripetiamo la stessa modalità di interval training tutti i giorni finiremo per non avere risultati. Meglio variare sempre il proprio workout cambiando intensità, velocità, ma anche incrementando la pendenza sul tappeto.

Quando si parla di interval training si pensa subito al tapis roulant, main realtà questo allenamento può essere fatto anche su ellittica, cyclette, strada e persino in piscina.

Photo credit | Think Stock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>