Muscoli e articolazioni, attenzione al freddo per chi si allena all’aperto

di Daniela Ciabattini Commenta

Secondo le previsioni meteo, in questi giorni la Penisola verrà invasa da un’ondata di freddo gelido, con conseguente abbassamento delle temperature; chi pratica sport all’aperto e magari a livello agonistico, deve prestare molta attenzione al fattore freddo: con il gelo, infatti, si può andare incontro a lesioni muscolari e a problemi alle articolazioni, in particolar modo alle caviglie e alle ginocchia.

Attenzione quindi al freddo previsto per questi giorni, soprattutto se praticate sport come calcio e tennis, che vengono necessariamente effettuati all’aperto; il perché ce lo spiega il dottor Mario Brozzi, medico sportivo:  

Freddo polare, umidità e ghiaccio sono i fattori ambientali che possono condizionare le prestazioni dei calciatori. Infatti il muscolo lavora bene ad una temperatura ottimale che è quella corporea. Ma le parti estreme come gli arti inferiori e superiori possono subire un rallentamento della circolazione, perché l’organismo tende a preservare il calore nella parte centrale del corpo.

In questo modo, quindi, i muscoli soffrirebbero e si potrebbero generare delle lesioni, anche importante. Ma non solo, può anche accadere che un terreno pesante dovuto al maltempo, sia la causa di movimenti sbagliati che possono provocare anche infortuni alle caviglie e alle ginocchia.

Per prevenire questi infortuni, quindi, bisogna fare un po’ d’attenzione, ossia effettuare un buon riscaldamento specifico, rimanere in movimento durante tutta la partita o la sessione di allenamento, e idratare bene il corpo.

Anche chi, invece di calcio e tennis, pratica la corsa, deve prestare qualche accorgimento in più durante i periodi di freddo intenso; soprattutto se vi allenate la mattina presto, appena alzati fate una doccia calda per alzare la temperatura e poi, prima di indossare l’abbigliamento da corsa, spalmate vi una pomata riscaldante sulle gambe; prima di uscire bevete anche una tazza di tè caldo ed eseguite degli esercizi di mobilità articolare come pre riscaldamento.

Una volta usciti, prima della sessione di corsa, effettuate un riscaldamento più lungo rispetto a quello che fate di solito, evitate pause da fermi e se la giornata è veramente molto fredda, non affrontate sedute molto lunghe: meglio un allenamento più breve senza rischiare infortuni o problemi ai muscoli e alle articolazioni causati dal gelo; una volta tornati a casa, fate ancora una bella doccia calda.

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>