FitBall, un unico attrezzo per diversi allenamenti

di Piera 1

Ad inizio anni ’90 ci si inizia a rendere conto dell’importanza dell’attività fisica, sopratutto per coloro che sono costretti, ad esempio per lavoro, a trascorrere lunghe ore seduti ed a condurre una vita sedentaria. Nasce così una maggiore attenzione alla cura del proprio corpo e sempre più persone si avvicinano al fitness e, quindi contemporaneamente, incominciano a diffondersi i primi strumenti, come cyclette, tappeti, pesi, elastici ed altri più originali, per tenersi in forma.

Come sempre in questo settore, le novità vengono sempre da Oltreoceano e qui, negli Stati Uniti, si diffondo le FitBall, delle apposite palle in PVC o altro materiale, morbide e leggere, ma capaci di sostenere anche pesi importanti, disponibili varie misure, ottime per un allenamento globale. Tonificare i muscoli, rilassare il corpo, correggere la postura e migliorare l’equilibrio sono tutti gli obiettivi che si possono raggiungere allenandosi con la FitBall. Oggi, questo attrezzo viene impiegati nei centri fitness, ma è utile anche per la pratica dell’ home fitness.

Questa speciale sfera, detta anche SwissBall è comparsa prima nel settore della riabilitazione ed è stata poi adoperata dagli esperti del fitness per la sua capacità di effettuare movimenti quasi in assenza di gravità e per la sua grande versatilità che la rende adatta a diversi tipi di training.

Sul mercato gli articoli si differenziano per colore e materiale, ma sopratutto per le dimensioni che, in generale, dovrebbero essere scelte in base all’altezza del soggetto: ad esempio, per le persone inferiori ai 165 cm d’altezza la Fitball deve avere un diametro di 45 cm, mentre per coloro che non superano 1,85 m di altezza si dovranno utilizzare attrezzi di circa 65 cm.  La palla deve garantire una seduta comoda, che favorisce una postura corretta e che forma un angolo retto tra tronco e gambe.

Una delle qualità della FitBall è proprio l’instabilità, un elemento che consente di attivare la muscolatura più profonda ed i cosiddetti “stabilizzatori”, responsabili dell’equilibrio,che non sempre vengono coinvolti con l’allenamento tradizionale.  Inoltre, i movimenti sulla palla sono privi di impatto per le articolazioni e quindi sicuri anche in presenza di traumi ed alcune problematiche. Anzi, la FitBall viene spesso impiegata per alleviare le sofferenze alla schiena ed alla colonna vertebrale ed anche nel recupero post-traumatico delle articolazioni.

L’allenamento con la FitBall da la possibilità anche di incrementare la forza e la resistenza muscolare, migliorare la flessibilità e la mobilità delle articolazioni, ma può essere impiegata anche per un work-out di tipo cardiovascolare. Inoltre, può essere utilizzata anche in associazione con altri attrezzi come pesi, elastici e pedane instabili e costituisce un valido supporto specialemente per l’allenamento della fascia addominale e lombare.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>