Costanza ed efficienza: consigli per l’allenamento

di Valeria Commenta

Uno dei punti su cui bisognerebbe insistere è la costanza del nostro allenamento. La maggior parte di noi ha una vita molto impegnata e non può permettersi di passare tutto il giorno in giro o in palestra, perdendo tempo prezioso. Abbiamo bisogno di entrare in palestra, passarci giusto il tempo di qualche esercizio, essere produttivi e uscire.

Purtroppo però è qualcosa che si vede raramente: di solito la gente va in palestra e nelle fasi iniziali dell’allenamento si riscalda in modo lento e poco produttivo, vagando un po’ avanti e indietro per la sala. Ecco come evitare di perdere tempo prezioso e vedere i risultati che vogliamo.

Aumentando l’efficienza dell’allenamento si può guadagnare tempo extra per tutta la giornata e aumentare la capacità di lavoro. Ecco cinque suggerimenti che è possibile implementare oggi stesso, e che accelererà la vostra formazione e migliorerà il vostro allenamento.

  1. Organizzate il vostro allenamento. Anche se è una cosa che avrete sentito mille volte, è sempre bene ribadire che niente è più efficace di un allenamento regolare e costante. Costruite un vostro piano d’azione: che cosa avete intenzione di fare prima di andare in palestra, quali esercizi fare durante l’allenamento, e magari cosa fare dopo. Allo stesso modo si può creare un programma di allenamento settimanale. Se si va in palestra con un piano prestabilito, anche se avete bisogno di vagare un po’ prima di inziare, in generale un minimo di costanza sarà garantita.
  2. Movimenti opposti. Tra le serie di esercizi e tra un esercizio e l’altro, sfruttate anche i momenti di pausa eseguendo una serie con il movimento opposto. E’ un trucco che vi permetterà di guadagnare moltissimo tempo, per esempio: anziché effettuare una serie di addominali e fare un minuto di riposo prima di eseguire un’altra serie di addominali (e così via finché non si è finito il numero di esercizi) provate alternando gli esercizi. Questo stile di alternanza nell’allenamento funziona particolarmente bene su esercizi che tendono ad essere poco impegnativi. Potreste essere un po’ a corto di fiato in un primo momento, ma si otterrà che l’allenamento finirà nella metà del tempo, con una capacità molto più elevata di lavoro.
  3. Scegliete un gruppo di esercizi adatti alle vostre esigenze. Un modo semplice per aumentare la vostra efficienza è quello di smettere di scherzare con un insieme di diversi esercizi, tanti ma magari inutili. Piuttosto che entrare e fare un poco di tutto, scegliete gli esercizi che massimizza la vostra crescita. Otterrete gli stessi (o addirittura migliori) risultati in minor tempo. Ogni atleta deve avere un gruppo di esercizi che danno migliori prestazioni: può variare notevolmente tra gli atleti, ma con il tempo si acquisisce più esperienza e si dovrebbe essere in grado di capire su quali esercizi bisognerebbe concentrarsi.
  4. Portate sempre una bottiglia d’acqua. Smettete di camminare avanti e indietro per andare a prenderla dalla borsa, portatela fin dove vi allenate e risparmiate tempo, oltre ad evitare di incontrare qualcuno che vi coinvolge in conversazioni più o meno lunghe, che possono farvi deconcentrare dal vostro allenamento.
  5. Lavorate con un senso di urgenza e smettete di essere pigri. Qual è il modo più semplice per essere efficiente? “Just do it“. Naturalmente questo è difficile a volte, ma non distrarsi permette di uscire meno stanchi e più soddisfatti. Spesso pensare al fatto che si hanno i minuti contati da dedicare al nostro benessere ci tiene attivi e motivati!

L’allenamento deve essere senza dubbio un’attività divertente, ma ciò non significa che si tratta di un’attività rilassante o da fare con pigrizia. Cogliete la sfida e trovate il modo per aumentare l’efficienza e la vostra costanza. Non solo godrete al meglio del tempo che vi avanzerà, ma scoprirete anche che la vostra forma fisica sarà migliore.

Foto | Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>