Consigli per un Natale “Fitness”

di Redazione Commenta

Natale è una delle feste piu’ attese dell’anno, e non solo dai bambini. In questi due giorni magici diventa tutto concesso, compreso qualche “sgarro” a tavola. Piatti a base di pesce, fritture, apertivi e dolci sono sempre presenti sulle tavole natalizie costituendo un vero a proprio pericolo per la linea. Tuttavia, è possibile godersi le feste senza troppi sensi di colpa. Ecco qualche consiglio.

Si sa che la cena della Vigilia ed il pranzo del 25 Dicembre sono due pasti assolutamente ipercalorici: basta uno dei due, infatti, a coprire il fabbisogno di un’intera giornata con piu’ di 2000 kcal. Per avere un’idea, basti pensare che una fetta di pandoro o di panettone arriva a circa 450 kcal pari ad una seduta di spinning, mentre 3/4 tartine con pesce e maionese vengono smaltite con un’ora di camminata.

Tra un aperitivo e l’altro, quindi, aspettando la vigilia del 24 Dicembre, è possibile consumare un piatto di insalata amara preferendolo agli snack ipercalorici e pieni di sodio serviti solitamente con i drink. Un piatto di invidia belga, radicchio o rucola, aiutano a depurare il fegato, favorire la diuresi eliminando la ritenzione idrica e, in più, riducono la voglia di dolce.  Anchedurante i giorni a seguire si puo’ eseguire una dieta depurativa e disintossicante che preveda insalate amare.

A Natale pero’ si consumano anche calorie facendo shopping, cercando i regali e sistemando la casa per accogliere gli ospiti. Ad esempio, un’ora di passeggiata consente di bruciare circa 200 kcal. Attenzione pero’ ad avere scarpe comode per evitare infortuni e dolori ai piedi. Un’ora di lavori domestici, invece, fa consumare piu’ di 300 kcal. Spolverare per un’ora, passare l’aspirapolvere per 45 minuti brucia 160 calorie, pari a una manciata di frutta secca, noci e mandorle.

Se pero’ gli stravizi a tavola sono stati tanti, si può sempre ricorrere ad un aiuto naturale, ovvero delle sostanze che permettano di limitare l’assunzione di grassi e calorie dal cibo. Oltre ad alcuni termogenici, controindicati a chi soffre di ipertensione o ha problemi cardiaci, si possono utilizzare rimedi come il baccello di fagiolo, ipoglicemizzante e dimagrante, il chitosano o altri composti misti da reperire in erboristeria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>