3 consigli per addominali perfetti

di Sara Mostaccio Commenta

Se tra i buoni propositi per il nuovo anno ce n’era uno che riguardava un allenamento più costante ecco qualche dritta per vi farà vedere i primi risultati sperati: vi diamo alcuni consigli per addominali perfetti in poco tempo e con il giusto sforzo, agendo in maniera strategica e su tre diversi fronti.

Diciamo la verità, ammazzarsi di esercizi senza essere contemporaneamente attenti ad altri aspetti importantissimi della faccenda non porta a nulla se non a mollare dopo tanta inutile fatica. Ecco quindi come ottenere addominali perfetti in tre passi.

Alimentazione corretta

È il primo cruciale passo da compiere per disfarsi dei rotolini intorno al punto vita. Che ci piaccia o no, l’alimentazione ha l’80% di responsabilità nella latitanza dei nostri addominali scolpiti. Cominciare a mangiare meglio renderà più semplice scoprirli via via che ci alleniamo. Vanno ridimensionati i carboidrati, ridotti i grassi, scelti meglio nella qualità.

Esercizio aerobico

Un po’ di esercizio aerobico è indispensabile per bruciare più calorie e liberarsi dei grassi in eccesso, mantenendo nel contempo il metabolismo ad alti regimi perché continui a bruciare anche dopo la fine dell’allenamento.

Esercizi addominali specifici: quali e come

L’ultimo passo, naturalmente, richiede l’impegno più ovvio: sul tappetino per eseguire gli esercizi mirati e allenare le fasce addominali in maniera efficace ed efficiente.

Inutile eseguire infinte serie di crunch, è più importante variare gli esercizi per allenare tutte le aree dell’addome, includendo quelle oblique e basse.

Inoltre ricordate che è più efficace eseguire meno ripetizioni ma in modo che il movimento sia lento e controllato per lavorare anche con i muscoli profondi e ottenere risultati più omogenei e definitivi.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>