Il workout ideale da fare in hotel

di Piera Bellelli Commenta

Chi non vuole rinunciare all’attività fisica anche durante e vacanze, o nei brevi spostamenti per il lavoro, ha tre possibilità: allenarsi nella palestra dell’hotel o nella struttura piu’ vicina, andare a correre al parco oppure seguire questo rapido ed efficace workout che in 10 minuti permette di svolgere un allenamento total body nella propria stanza. Bastano pochissimi “attrezzi”, come una sedia, un libro ed un asciugamano per sentirsi in forma.

Braccia, gambe e glutei sono i muscoli che vengono maggiormente sollecitati con questa routine, ma anche gli addominali e le spalle vengono coinvolti durante gli esercizi. Questo workout è semplice da eseguire ed adatto anche ai principianti, inoltre permette di praticare attività fisica nella propria stanza d’albergo, o naturalmente anche a casa propria, svolgendo un lavoro efficace.

Una vera e propria comodità per chi è in albergo e non vuole pagare quote di ingresso in palestra o nel centro fitness, ma anche risparmiare tempo restando nella propria stanza: qui, infatti, c’è tutto quello di cui si ha bisogno, ovvero una sedia, un asciugamano, un libro ed una scrivania.

La routine di apre con una serie di affondi con la gamba appoggiata alla sedia, utili per rafforzare e snellire la muscolatura delle cosce; il secondo esercizio, invece, è il classico push-up che viene eseguito, pero’, appoggiando una mano su un libro. In questo modo, infatti, si stimola il muscolo in maniera diversa; si prosegue poi con gli squat, ideali per gambe e glutei, eseguiti con il supporto di un mobile e dell’asciugamano, mantenengo la schiena dritta e sollevando leggermente le punte per focalizzare l’attenzione sui glutei; in appoggio sulla sedia con le mani, invece, si allenano i tricipiti per avere braccia toniche e scolpite, mentre appoggiandosi allo schienale si eseguono alcuni esercizi per gambe e glutei.

Ed ecco qualche consiglio. Si puo’ variare il workout da fare in hotel secondo le proprie capacità e livello di allenamento: ad esempio, i push up possono essere eseguiti tenendo le gambe piegate e le ginocchia in appoggio per i principianti, oppure aumentando il dislivello per chi è più avanzato; negli squat si può variare la posizione dei piedi ruotando verso l’esterno per lavorare maggiormente la parte interna della coscia, mentre in piedi, oltre agli esercizi presentati nel video, si possono eseguire slanci laterali per coinvolgere la parte esterna delle gambe. In questo caso, i movimenti devono essere controllati per essere davvero efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>