Tutti i benefici dello spinning

di AnnaMaria Commenta

Lo spinning è una disciplina di fitness nata come metodo d’allenamento per il ciclismo, ma che poi è diventato uno sport non agonistico, che si pratica su una bicicletta statica a ritmo di musica. Nella lezione classica, che dura 50 minuti, l’istruttore detta il ritmo della pedalata ma ognuno può scegliere la resistenza dei pedali sulla base della propria preparazione atletica. Ci sono però lezioni di spinning in cui i partecipanti si sfidno in una competizione divisi in team, il vincitore è chi effettua le performance migliori.

Lo spinning è una disciplica che sta riscuotendo un certo successo in quanto non ha controidicazioni, è indicato per tutti, anche per assoluti principianti, e poi grazie ai ritmi sostenuti dettati dalla musica ha un buon effetto dimagrante.

> SPINNING, LE ANDATURE FONDAMENTALI

I benefici dello spinning per il corpo sono molti. Pedalando si tonificano i glutei e le gambe, migliora l’attvività cardiaca e si perde peso. In una lezione infatti si possono bruciare fino a 500 calorie e le gambe non gonfiano ma si affusolano perchè i muscoli sono stimolati ad allungarsi. Inoltre durante lo spinning aumenta l’attività cardiaca e quindi l’ossigenazione del sangue, che favorisce tra le altre cose anche il ringiovanimento della pelle.

> COME DIVENTARE ISTRUTTORE DI SPINNING

Come in tutte le discipline di fitness, anche per lo spinning è necessario avere pazienza e costanza e soprattutto, non bisogna esagerare con allenamenti troppo intensi se non siete ancora pronti. Bruciare le tappe può essere controproducente.

> ALLLENARSI AL MEGLIO CON LO SPINNING

All’inizio bastano 2 sedute di allenamento a settimana, senza sessioni troppo pesanti, usando i cardiofrequenzimetro per cercare di rimanere al 75% della frequenza cardiaca massima, e così bruciare i grassi e non provocare affaticamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>