Spinning, le andature fondamentali

di Gioia Bò 1

Praticare lo Spinning non significa salire su una bike e pedalare a caso, ma rispettare delle precise regole relative all’andatura, sia essa fondamentale o avanzata. E’ per questo motivo che per praticare in modo corretto ed efficace lo spinning generalmente si ha bisogno di un personal trainer, di una guida che possa indicare il giusto movimento da effettuare in ogni situazione di pedalata.

Noi de ilFitness non abbiamo certo la presunzione di insegnare quale sia la tecnica da seguire, ma possiamo comunque elencare le diverse andature, in modo che il principiante possa prendere familiarità con l’argomento in questione e sapere come affrintare una seduta di spinning. In queste poche righe ci occuperemo esclusivamente dell’andatura fondamentale, dell’ABC dello spinning, rimandando ad un capitolo successivo l’andatura avanzata. Pronti per le pedalate di base?

1. Pianura seduti o Seated Flat. Non si può praticare lo spinning senza imparare questa tecnica fondamentale, visto che da essa dipendono poi tutte le andature possibili. La pianura da seduti serve a trovare il giusto equilibrio sulla bike, ad affrontare la pedalata nel modo più fluido possibile ed abituare i muscoli alla posizione richiesta. La frequenza di pedalate al minuto va dalle 80 alle 110.

2. Salita seduti o Seated Climbing. Si tratta di una simulazione della salita in montagna, con il sedere che scende verso la parte posteriore della sella e le spalle che godono di un relativo rilassamento. E’ una tecnica che aiuta a tonificare i muscoli delle gambe e gli addominali, aumentando anche la resistenza. La frequenza di pedalate per minuto deve essere compresa tra le 60 e le 80.

3. Pianura in piedi o Running. Questa tecnica aiuta a sviluppare l’equilibrio, sviluppa i muscoli delle gambe, i muscoli paravertebrali e quelli lombari, influendo in maniera positiva sulla postura. La frequenza delle pedalate per minuto oscilla tra le 80 e le 105.

4. Salita in piedi o Standing Climbling. E’ una delle andature fondamentali più faticose, perché costringe il soggetto ad uno sforzo notevole per mantenere una buona frequenza di pedalata (tra le 60 e le 70 al minuto). Aiuta a fortificare i muscoli della parte inferiore del corpo ed è sconsigliata per coloro che hanno poco allenamento sulle gambe.

5. Jumping. E’ una tecnica mista che unisce la Pianura da seduti e la Pianura in piedi, con il soggetto chiamato a sollevarsi dalla sella (continuando a pedalare ovviamente) ad intervalli regolari, ovvero ogni 2, 4, 8 pedalate, a seconda del proprio allenamento.

Queste le andature fondamentali dello spinning, ovvero le tecniche da imparare per poi passare ad andature ben più articolate, delle quali ci occuperemo in un capitolo successivo.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>