Fitness low cost, lo Stair climbing

di Daniela Ciabattini Commenta

In tempo di crisi non possiamo che tornare a parlare del fitness low cost, ovvero di come allenarsi a costo zero o quasi, e lo facciamo con lo Stair climbing, una disciplina nata alla fine degli anni Settanta in America ma ormai diffusa in tutto il mondo. Cos’è lo Stair climbing? Semplicemente significa correre per le scale.

Proprio così: lo Stair climbing è una disciplina che prevede l’uso di un attrezzo molto semplice da trovare in giro e senza doverlo comprare nei negozi di articoli sportivi: le scale! Come dicevamo, lo Stair climbing è nato in America e precisamente a New York nel 1978 e, neanche a dirlo, con il passare del tempo ha conquistato proprio tutti, dai semplici amanti del fitness low cost alle star di Holywood.

Recentemente questa disciplina è ritornata in auge grazie alla nuova battaglia salutista del sindaco di New York Michael Bloomberg che, da anni impegnato nella lotta contro l’obesità e la sedentarietà: il primo cittadino della Grande Mela ha proposta di evitare le scale mobili e di fare quelle tradizionali in modo da tenersi almeno da fare un po’ di moto.

Non pensate che lo Stair climbing sia una disciplina all’acqua di rose: esiste anche un campionato, il Vertical World Circuit, che coinvolge i grattacieli più alti del mondo. Noi non vi suggeriamo di scalare i palazzi della vostra città, ma sulle orme del Sindaco di New York, di abbandonare scale mobili e ascensori a favore delle scale tradizionali e, se possibile, di inserirle nei vostri percorsi di allenamento, considerando il fatto che le scale si trovano in tutti i parchi o quartieri.

Salire le scale è un’attività molto intensa: vi basti pensare che si possono perdere dalle 8 alle 11 calorie al minuto e che facendo anche solo due rampe di scale al giorno si possono perdere oltre due chili in un anno. Inoltre, questo tipo di esercizio è ideale per potenziare la capacità aerobica e rafforzare, quindi, l’apparato cardiovascolare, senza contare i benefici a livello di tonificazione muscolare di gambe e anche.

Come per tutte le attività sportive occorre fare attenzione a eventuali infortuni, quindi, per evitare disturbi a ginocchi e schiena salite le scale con il busto eretto e non sbilanciato in avanti e quando scendete non correte ma camminate soltanto. Iniziate l’allenamento con dieci minuti di riscaldamento, effettuato qualche corsetta sul posto e dei saltelli e terminate la scalata con qualche esercizio di stretching.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>