Ti fa male la testa? Usa lo sport come antidolorifico

di Redazione 1

Di mal di testa soffrono moltissime persone; secondo una recente stima, in Italia il 14% della popolazione soffre di emicrania e il 27% di cefalea muscolo tensiva. Un disturbo che in molti casi può risultare addirittura invalidante ma, per fortuna, ancora una volta un aiuto ci arriva dallo sport: secondo gli esperti, a seconda di come viene praticata, l’attività fisica è in grado di prevenire il mal di testa.

Il legame tra il mal di testa e uno stile di vita sedentario è stato individuato per la prima volta dagli scienziati svedesi del Cephalea Headache Centre di Goteborg; gli oltre 68.000 pazienti coinvolti nella ricerca sono stati seguiti per 11 anni e dai risultati dei test è emerso che le persone meno attive erano anche quelle più a rischio di mal di testa, in una percentuale pari al 14 per cento in più rispetto a coloro che praticavano sport.

Secondo gli scienziati, infatti, l’attività fisica è da considerarsi come fattore protettivo contro lo sviluppo dei vari tipi di cefalea. Eppure, di solito, chi soffre spesso di emicrania tende ad evitare gli sforzi fisici nel timore che ciò possa peggiorare i sintomi; ciò, però, non ha alcun fondamento scientifico, anzi semmai è vero il contrario. Secondo una ricerca pubblicata su “Headache”, l’allenamento aerobico non solo non peggiora i sintomi, anzi, aiuta a prevenirli.

Il motivo è, prima di tutto, di natura fisiologica: grazie a un maggiore apporto di ossigeno, infatti, migliorano la respirazione e la circolazione sanguigna, oltre a ridursi la vasodilatazione dei vasi sanguigni cerebrali. Inoltre, la cefalea più diffusa, ossia quella muscolo-tensiva è causata, principalmente, da stati di tensione; lo sport aiuta il rilassamento e l’elasticità muscolare, diventando così un vero e proprio antidolorifico naturale.

Per prevenire il mal di testa gli sport più adatti sono il tennis, le arti marziali, soprattutto il karate, ma anche lo yoga, che permette di scaricare sia la tensione fisica che quella mentale; gli esercizi più indicati sono quelli a corpo libero e senza fini agonistici.

 

[Fonte]

 

Photo Credit | Thinkstock

 

 

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>