Plank Up, la variante più completa del plank

di Sara Mostaccio Commenta

Se il plank non ha più segreti per voi provate ad andare un po’ oltre, provate il plank up, noto anche come plank up and down. Si tratta di una variazione dell’ormai celebre quanto durissimo esercizio che allena tutto il corpo e raffoza soprattutto la zona addominale.

plank-up-down

Nella variante del plank up si lavora a livello più intenso e si coinvolgono maggiormente le braccia e le spalle, già ben contratte nel mantenimento della posizione insieme a tutto il resto del corpo. Si tratta di un esercizio molto completo e di tipo isometrico perché consiste in una contrazione costante che deve essere mantenuta per un certo periodo di tempo, variabile in base alla resistenza di ciascuno.

Il plankup porta ad un nuovo stadio il semplice plank perché dopo aver assunto la posizione di base prevede un movimento sulle braccia che si piegano ed estendono alternativamente, come mostrato nel video.

Questo esercizio farà in modo che la contrazione di glutei e addome resti costante, mantenendo l’esercizio isometrico, mentre la parte superiore del corpo sarà sottoposta ad un movimento di contrazione e decontrazione.

A prima vista sembra un esercizio non così difficile ma è in effetti piuttosto intenso quindi eseguitelo lentamente e riposate quando ne sentite l’esigenza. È importante per evitare di sovraccaricare la schiena quando non siete più in grado di mantenere la contrazione che rende il corpo ben rigido.

Via via che prenderete confidenza con l’esercizio potrete arrivare ad eseguire 4 serie da 20 ripetizioni l’una. Il tronco deve mantenersi ben eretto per tutta la durata dell’esercizio.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>