Massaggi: la liberazione articolare

di Gioia Bò Commenta

Torniamo ad occuparci di massaggi sulle pagine di ilFitness, per presentare stavolta la cosiddetta Liberazione articolare, una particolare tecnica che, oltre a fungere da soluzione riabilitativa in caso di infortuni o traumi, ha lo scopo di rilassare il corpo e la mente, liberandoli da blocchi più o meno seri.

A differenza di altri tipi di massaggio più noti, nella liberazione articolare non si usano oli e creme particolari, ma ci si limita ad un leggero tocco, quasi uno sfioramento, che non provochi dolore nella zona interessata.

La disciplina parte dal presupposto che nel fisico e nella psiche del soggetto ci siano dei veri e propri blocchi, dovuti a situazioni di sofferenza, a trumi fisici o condizioni psicologiche di stress, che costringono il corpo a subire inutili dolori.

Lo scopo della liberazione articolare è dunque quello di sciogliere i blocchi, in modo che il corpo e la mente ritrovino il giusto equilibrio e con esso il benessere tanto agognato.

Questo particolare tipo di massaggio serve quindi a rilassare determinate zone del corpo, fluidificando le articolazioni e liberando il fisico dalle tensioni accumulate. Come detto, si tratta di movimenti molto semplici, dolci e mai dolorosi, che aiutano il fisico ad assumere un atteggiamento più rilassato e naturale e ad abbandonare posizioni sbagliate che causano infiammazione e fastidio.

In questo modo anche la mente trarrà i suoi benefici dal massaggio, assumendo una nuova consapevolezza e liberandosi da tutti quegli schemi che portano al dolore. La liberazione articolare è dunque di grande utilità in fase di riabilitazione, poiché aiuta ad eliminare il dolore, non solo col massaggio sulla zona interessata, ma con un lavoro che andrà a influire anche sulle psiche.

Bastano poche sedute per rendersi conto di quanto possa essere utile la liberazione articolare e per ritrovare il giusto equlibrio sia fisico che mentale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>