Gonalgia, sintomi e cure

di Gioia Bò Commenta

Con il termine gonalgia si intende generalmente un dolore nella zona del ginocchio, causato da patologie più o meno gravi (borsiti, tendiniti, condropatia rotulea e artriti) o da traumi accidentali (rottura del menisco, distorsioni…).

E’ chiaro che non si può ricorrere al medico per un “semplice” dolore, magari causato da un movimento particolare del ginocchio o da una posizione scorretta tenuta nel corso della giornata. Il ricorso al medico (meglio se ortopedico) si rende necessario nel caso di gonfiore, arrossamento della zona interessata o eccessivo calore al tatto.

Starà poi allo specialista valutare il problema e stilare la diagnosi, tenendo conto anche degli eventuali traumi subiti nella storia recente del soggetto. Solitamente non basta una semplice visita medica per individuare il problema, ma occorrerà anche sottoporsi ad esami specifici, quali radiografie, ecografie o interventi in artroscopia.

Anche le cure ovviamente dipendono dal tipo di problema riscontrato e possono limitarsi al semplice bloccaggio dell’arto o all’assunzione di antidolorifici oppure richiedere l’intervento chirurgico (vedi la lesione del menisco, ad esempio). Il più delle volte, poi, alla terapia classica viene affiancata tutta una serie di esercizi riabilitativi, che possono andare dallo stretching al massaggio alla laserterapia, a seconda del problema.

Come sempre la migliore arma per non incorrere nel problema è quella della prevenzione. Come? Prima di tutto limitando il peso che grava sulle ginocchia, perdendo qualche chilo in caso di sovrappeso (abbiamo più volte ripetuto che l’obesità o comunque i chili di troppo sono responsabili di parecchi disturbi dell’organismo, tra i quali, appunto, la gonalgia).

Chi pratica sport, poi, dovrebbe orientarsi verso quelle discipline che non implicano lo sforzo eccessivo del ginocchio o, quantomeno, munirsi di ginocchiere atte a limitare l’insorgere del problema (è il caso della pallovolo, ad esempio).

E concludiamo con il capitolo-cura, invitandovi sempre a consultare un medico in caso di trauma al ginocchio. L’applicazione del ghiaccio può essere la soluzione ideale, così come qualche giorno di riposo, magari tenendo l’arto sollevato e fasciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>