Kettlebell regolabile: cos’è e come si usa

di Sara Mostaccio Commenta

Avete mai pensato alla possibilità di scegliere un kettlebell regolabile come unico attrezzo versatile per ritrovare la forma fisica senza neanche uscire di casa? Allenarsi a casa in estate è più facile, perché abbiamo la possibilità di sfruttare il tempo libero in ferie, oltre che in alcuni casi obbligato, se la palestra chiude.

Rimettersi in forma in piena estate d’altro canto può essere un’impresa quasi disperata, per via del caldo. Se non altro abbiamo superato la fase della prova costume e possiamo concentrarci ora sull’allenamento senza scadenze impellenti e magari con l’aria condizionata a disposizione. Scopriamo dunque un attrezzo utile per molti esercizi, si tratta per l’appunto di un kettlebell regolabile.

È un attrezzo molto versatile che consente di eseguire esercizi diversi utilizzando un unico oggetto, senza la necessità di acquistare più tipi di pesi e manubri per avere a disposizione la possibilità di sollevare quantità progressive via via che si procede nell’allenamento.

In apparenza è un classico kettlebell che nelle linee ricorda una campana con tanto di manico per afferrarlo correttamente. Al posto della palla di metallo pieno, però, si trova una struttura aperta che ospita una serie di pesi progressivi.

In questo modo il kettlebell va da un minino di 4 kg ad un massimo di 18 kg, passando per i pesi intermedi: 6 kg, 9 kg, 11 kg, 13 kg, 15 kg. Così sarà come avere 7 kettlebell diversi in un solo oggetto, con un notevole risparmio di spazio dentro casa.

Il manico è rivestito di materiale antiscivolo per garantire la presa più sicura. La forma è quella classica in tutto e per tutto meno che per la possibilità di impilare pesi diversi per aumentarne la portata. Come usarlo? Con il nostro video di 10 esercizi da fare con il kettlebell.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>