H.E.A.T., la montagna in palestra

di Gioia Bò Commenta

La bella stagione invoglia ad uscire di casa e ad allenarsi all’aria aperta, magari su e giù per i sentieri di montagna, dove  i muscoli trovano la situazione ideale per tonificarsi. Ma per chi vive in città ed ha poche opportunità di allenarsi in una situazione idilliaca come quella appena descritta, c’è un attrezzo che può rappresentare una valida alternativa, sebbene nulla possa sostituire l’aria rarefatta dei monti.

Stiamo parlando del Maxerrunner, una sorta di tapis roulant concepito per la pratica del cosiddetto H.E.AT., vale a dire l’High Energy Aerobic Training (allenamento ad alta energia).

L’attrezzo è arrivato in Italia un paio di anni fa, raccogliendo immediatamente il consenso degli sportivi, almeno di quelli che non si lasciano spaventare da un tipo di allenamento che prevede un notevole dispendio di energie, con conseguente sforzo fisico. E allora andiamo a vedere da vicino come funziona ed a cosa serve il Maxerrunner, ricordando che può rappresentare anche un ottimo strumento per l’allenamento domestico, trattandosi di un attrezzo dalle dimensioni tutto sommato contenute.

Come detto in precedenza, ci troviamo di fronte ad un attrezzo molto simile al tapis roulant, ma la novità assoluta sta nel fatto che il Maxerrunner non è alimentato da corrente elettrica, poiché si muove grazie all’energia esercitata dall’atleta, che non deve far altro che camminare sulla pedana. Inoltre il Maxerrunner offre la possibilità di modificare la pendenza nel corso dell’allenamento, senza per questo interrompere il movimento continuo delle gambe o scendere dall’attrezzo. Il tutto, come in molte altre discipline, a tempo di musica, in modo che il corpo si muova seguendo determinati ritmi di lavoro.

Quali sono i benefici che possono derivare da una o più sedute di H.E.AT.? I muscoli maggiormente interessati sono quelli delle gambe, dei glutei e della zona lombare, con notevole vantaggio anche per la postura. Di fondamentale importanza è poi il beneficio sull’apparato cardiovascolare, che sarà continuamente tenuto in allenamento dal ritmo incessante della salita. Insomma, se non avete la possibilità di andare in montagna, la montagna verrà direttamente a casa vostra!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>