Full contact twist, l’esercizio migliore per gli obliqui

di Sara Mostaccio Commenta

Lavorare con gli addominali è croce e delizia di ogni atleta, per amatoriale che sia, e la zona più difficile è senza dubbio quella obliqua: oggi scopriamo come allenare al meglio gli addominali obliqui con un esercizio molto specifico chiamato full contact twist.

Raggiungere questa zona del corpo con un esercizio mirato non è sempre facile anche se viene sempre coinvolta nel mantenimento della postura, in numerosi altri esercizi e naturalmente anche in quasi tutti i movimenti per allenare la zona centrale del corpo. Con questo esercizio si lavora in modo molto specifico proprio su questa ristretta ma importantissima area.

Per eseguire l’esercizio è necessaro disporre di una barra lunga e dischi di vario peso per aumentare via via l’intensità. È dunque un movimento da eseguire preferibilmente in palestra, dove si possono utilizzare attrezzature che raramente abbiamo in casa.

Come funziona? Si solleva un’estremità della barra avendo cura che l’altra sia saldamente appoggiata ad un supporto solido come una parete o un’altra macchina. La barra deve avere una inclinazione compresa tra i 50 e i 60 gradi e poter ruotare da un lato e dall’altro con il movimento illustrato nel video.

È possibile eseguire diverse varianti dello stesso movimento che coinvolgono anche altre parti del corpo con maggiore intensità, in particolare le gambe e le braccia. Essenzialmente le differenze riguardano la posizione delle gambe e dei piedi o il loro movimento durante l’esecuzione dell’esercizio.

Nel caso dell’ultima variante, inoltre, si aggiunge un salto che rende l’esecuzione più dinamica e aerobica. È consigliabile eseguirla solo se padroneggiate già la tecnica e siete abbastanza forti e allenati perché richiede molto più impegno fisico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>