Cxworx, l’allenamento veloce che rinforza il core

di Daniela Ciabattini Commenta

Siete alla ricerca di un allenamento efficace e veloce che tonifichi, rinforzi e aiuti a dimagrire? Quello che fa per voi è il Cxworx, un programma di allenamento che in soli 30 minuti permette di tonificare i muscoli del core e di migliorare la forza funzionale, il tutto prevenendo anche gli infortuni.

Il Cxworx è un programma di allenamento sviluppato da LesMills che ha l’obiettivo di rinforzare la parte centrale del corpo, una parte molto importante perché connette quella superiore con quella inferiore. Rinforzare i muscoli del core è molto importante: avrete assicurati un maggiore equilibrio, stabilità nei movimenti e anche un minor rischio di infortuni, senza contare i benefici dal punto di vista estetico, ossia la riduzione della pancia, glutei sodi e fianchi snelli.

Come dicevamo, il Cxworx è un programma intenso e ad alto dispendio calorico: sono infatti 230 le calorie consumate in mezz’ora di lezione. Scopriamo come si articola una lezione tipo di Cxworx.

La lezione, che dura circa trenta minuti, inizia con una spiegazione dei muscoli che compongono il core, in modo da capire come connettersi con tali muscoli e come attivarli; alla spiegazione iniziale segue il riscaldamento per attivare i muscoli coinvolti; la parte centrale della lezione si compone di esercizi che permettono alle diverse zone muscolari di lavorare in modo isolato oppure integrato; gli esercizi possono essere eseguiti a terra o in piedi.

Gli esercizi in piedi sono strutturati in modo da usare i muscoli del core, allenare i glutei, gli addominali e il bacino; gli esercizi a terra, invece, puntano ad allenare gli addominali obliqui e i muscoli del busto in modo da migliorare l’estensione del tronco.

Nonostante l’alta intensità dell’allenamento, il corpo si abitua subito al ritmo e allo sforzo, per questo il Cxworx è l’attività fisica ideale per chi ha poco tempo ma vuole ottenere subito dei risultati importanti; senza contare che, durando solo mezz’ora non si corre il rischio di annoiarsi durante l’allenamento.

 

Photo Credit | Thinkstock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>