Chi ha gambe forti è più intelligente

di Sara Mostaccio Commenta

Il titolo non dice tutto ma spiega abbastanza: in sostanza, se hai le gambe forti allora ci sono buone probabilità che tu sia anche più intelligente. Lo afferma un recente studio che ha evidenziato come a gambe più robuste in termini di forza e prestanza fisica corrisponda anche una maggiore conservazione delle proprie capacità mentali, anche in età avanzata.

La ricrerca ha seguito l’evoluzione dei soggetti coinvolti nell’arco di ben 10 anni. I partecipanti allo studio erano 324 donne volontarie, senza patologie specifiche a livello fisico o mentale e di età compresa tra i 43 e i 73 anni, alcune delle quali gemelle.

Gli studiosi hanno utilizzati diversi parametri per valutare la condizione fisica e lo stile di vita di ogni persona correlandoli alla capacità mentale di ciascuna, confrontando continuamente a i dati raccolti nel corso del decennio di studio.

I risultati non lasciano spazio a dubbi: le persone che presentavano una maggiore forza fisica all’inizio della ricerca sono le stesse che, alla fine dei 10 anni, hanno dimostrato di aver conservato meglio le proprie capacità cognitive e una migliore agilità mentale.

Le gemelle sono state scelte apposta dal momento che partono da una condizione genetica iniziale simile o identica. La gemella che a inizio studio aveva un miglior livello fisico, lo aveva anche a livello mentale alla fine del periodo considerato.

A fare la differenza naturalmente intervengono anche variabili come lo stile di vita e le abitudini quotidiane: una vita più attiva e persino una vita sociale più ricca sono elementi cruciali. La ricerca ha dimostrato in ogni caso che esiste una correlazione scientifica tra la forma fisica e la forma mentale. Ragione di più per dedicarsi allo sport con determinazione e costanza.

Photo | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>