Calcolare l’ Indice di Massa Corporea per il peso ideale

di Piera Bellelli 2

Il peso, in realtà, non è un dato poi così significativo nel valutare la propria forma fisica. Seppur esistono dei riferimenti e delle indicazioni condivise, si tratta di un parametro che varia in base a fattori soggettivi.In passato, per conoscere il proprio peso ideale veniva effettuato un semplice calcolo mettendo in relazione altezza e peso. In realtà questa misurazione è stata ritenuta solo vagamente orientativa.

L’attenzione si è concentrata, invece, su aspetti come massa magra e massa grassa, ritenuti più attendibili per individuare l’effettiva forma fisica e valutare anche problematiche come un eccessivo sottopeso o l’obesità. L’ Organizzazione Mondiale della Sanità ha  identificato la massa corporea come parametro affidabile per valutare il proprio stato di peso forma e ha individuato un indice, IMC (versione italiana del Body Mass Index – BMI), ovvero Indice di Massa Corporea, basato sul rapporto tra peso ed altezza, espressa al quadrato.

Il risultato di questo rapporto è un numero compreso in un ampio range tra 16 e 40, i due limiti estremi utilizzati negli adulti, tra i 20 e i 60 anni, per indicare una magrezza patologica ed  un’obesità grave. Potete calcolare il vostro IMC , inserendo altezza e peso, e controllare la vostra condizione fisica. Anche in questo caso, però, si tratta di un parametro indicativo che dovrebbe essere integrato con altre informazioni come costituzione fisica, fattori genetici, stile di vita, alimentazione, etc.

Per valutare la propria forma fisica è invece più opportuno tenere in considerazione il rapporto tra la massa magra e la massa grassa del proprio corpo. La prima, infatti, fa riferimento a ossa, denti, organi interni, tessuti connettivi e muscoli che costituiscono la struttura del corpo umano, ma anche ad una piccola percentuale di grasso essenziale, variabile nei due sessi, ritenuto necessario per una buona salute; la seconda, invece, si riferisce al totale dei grassi presenti nel corpo, prendendo in considerazione sia quelli essenziali che di deposito.

La determinazione della massa magra  può essere effettuata tramite un apposito calcolo, detta Formula di James, ma vi sono diverse metodologie, come la misurazione con il plicometro, gli ultrasuoni, la TAC, la misurazione delle circonferenze corporee e la Dexa, che permettono di avere risultati precisi. La massa magra non consente solo di individuare la propria forma fisica, ma anche di conoscere il metabolismo basale, ovvero il dispendio energetico di un individuo sedentario.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>