Zumba sentao, il successo di zumba si arricchisce di una nuova variante

di Redazione Commenta

La zumba è senza dubbio la disciplina fitness che ha fatto più parlare di sè nel corso del 2011 e del 2012. Giunta nel Belpaese più o meno cinque anni fa è presente (e richiestissima) in ogni centro fitness che si rispetti e vanta milioni di proseliti in tutto il mondo. Questo perchè lo zumba, oltre ad assicurare indiscutibili benefici in termini di dimagrimento e tonificazione, soprattutto di gambe e glutei, è divertente e finisce per coinvolgere anche il più restìo dei forzati del fitness.

Il successo di questo straordinario metodo di allenamento, messo a punto negli anni ‘novanta dal coreografo e ballerino Beto Perez, sembra tutt’altro che destinato ad affievolirsi, merito anche della grande inventiva del suo creatore e del suo fedelissimo team di istruttrici che hanno messo a punto un buon numero di varianti per renderlo adatto a tutti, anche ad anziani (zumba gold) e bambini (zumba tonic).

L’ultima variante dello zumba che sta già riscuotendo un grandissimo successo è zumba sentao, una fitness class in cui alle classiche coreografie zumba, eseguite al ritmo di danze caraibiche, si aggiungono esercizi di tonificazione che vengono eseguiti con l’ausilio di una comune sedia allo scopo di imparare ad usare il peso del corpo e migliorare l’equilibrio.

Per seguire i corsi di zumba non occorre essere ballerini provetti. Le coreografie sono basate su passi piuttosto semplici e, come accennato, divertenti. Basterà pendere il rtimo e tutto verrà da sè. D’altra parte, sembra che la grande forza dello zumba sia proprio quella di coinvolgere a tal punto i partecipanti da far dimenticare loro le fatiche dell’allenamento.

Altra nota di colore è l’abbigliamento; chi frequenta le classi di zumba deve essere in armonia con l’atmosfera carnevalesca che si repira al loro interno: abiti comodi e dai colori sgargianti la fanno assolutamente da padroni.

Photo credit | Think Stock

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>