Zumba fitness, in Europa è una mania

di Silvana 6

Lo Zumba fitness impazza in Europa. La dimostrazione definitiva di quanto si sapeva già è avvenuta pochi giorni fa a Londra in occasione della Zumba Instructor Conference che ha visto migliaia di appassionati affollare per tre giorni consecutivi il megapadiglione nel quartiere di West Ham e incontrare finalmente il creatore di questo straordinario metodo di allenamento che coniuga fitness e ritmi latini: Beto Perez.

Perez ha infiammato la manifestazione insieme alle sue istruttrici, vere e proprie dive idolatrate dai fan di tutto il mondo: Gina Grant, Kass Martin, Maria Browning e Tanya Beardsley. Ma qual è il segreto di tanto successo? Sembra siano diversi i fattori che hanno determinato la grande popolarità dello zumba diffusosi negli Stati Uniti a partire dagli anni ‘novanta e approdato in Europa più o meno cinque anni fa.

Anzitutto l’efficacia: lo zumba permetterebbe di bruciare durante un solo allenamento una quantità davvero considerevole di calorie: addirittura fino a mille. Il dimagrimento quindi, se fatto in associazione a una dieta sana ed equilibrata, è assicurato insieme all’azione rassodante sui principali distretti muscolari.

In più lo zumba è divertente e sensuale allo stesso tempo. Chi lo pratica sono soprattutto donne che tendono più a sentirsi parte di una comunità che semplici partecipanti a una seduta di allenamento in palestra. Come se non bastasse è adatto a persone di tutte le età dai bambini agli anziani. Per i più piccoli è stato elaborato negli anni il cosiddetto Zumbatonic, mentre i meno giovani possono oggi trovare quel che fa per loro nello Zumba gold.

E tutti possono sentirsi liberi di esperimere pienamente se stessi senza vincoli e costrizioni. Perchè come spiega Perez:

Più che una ginnastica, è una filosofia di vita: non imponiamo mai a chi fa Zumba di seguire i movimenti in modo tassativo e preciso. Ciascuno è libero di esprimersi come vuole. Il nostro obiettivo è coinvolgere corpo e mente in un tutto unico. Danzando.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock

Commenti (6)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>