Sellini ergonomici senza rischi per la salute

di Piera Bellelli Commenta

Il ciclismo è uno sport completo e utile per mantenersi in forma e stimolare il sistema cardiovascolare prevenendo così anche eventuali problematiche di salute . Tra gli amanti della bicicletta e del fitness, poi, è diffuso anche lo spinning, ovvero una pedalata indoor ad alta intensità con l’accompagnamento di musica su bike stazionarie. Tutte e due queste attività, seppur diverse, vengono svolte su una bicicletta che, spesso, viene accusata di essere responsabile di problemi all’ apparato genitale maschile.

Secondo le ultime ricerche presentate dall’ Ordine dei Medici a Roma, infatti, il ciclismo, insieme ad abitudini poco salutari come sedentarietà, consumo di alcool e cocaina, contribuirebbe ad aumentare i problemi di fertilità e vigore maschile. Responsabile di questi disturbi è in primis la posizione che si assume sulla bike che costringe i vasi sanguigni nell’area genitale, ma sopratutto il sellino.

Per venire incontro alle esigenze di performance e design, infatti, il sellino della bici è diventato sempre più leggero e con basso profilo,  si è ridotta la  superficie di appoggio sia nella zona anteriore che lateralmente a danno del comfort e della salute di una zona così delicata. Da una parte le ricerche mediche e scientifiche si sono date da fare per indagare eventuali rischi dei genitali maschili causati da sellini non adatti e dal ciclismo, svolto sopratutto a livello professionistico, dall’altra, invece, le aziende produttrici, si sono orientate verso la produzione di sellini ergonomici.

I sellini ergonomici sono di diversa tipologia e sono adatti sia ad un pubblico maschile, ma anche a quello femminile che spesso soffre di problemi ed irritazioni nella zona genitale. La maggior parte delle selle, indipendentemente dalla ditta produttrice, prevede una sorta di apertura nella parte anteriore che evita lo schiacciamento dell’area genitale e delle arterie garantendo un maggior comfort e meno problemi.

Inoltre, i sellini ergonomici sono spesso imbottiti con materiale come il gel che rende più comoda la seduta evitando anche eventuali dolori che possono comparire quando si passa molto tempo in bici.  Altri modelli, invece, prevedono il rivestimento in lycra per eliminare lo sfregamento e proteggere dal sudore.

Un’innovazione nel settore dei sellini ergonomici è anche il modello detto “the un-Saddle” (la “non-Sella”), ideato da Daniel Proust, un ciclista che abbandonò il ciclismo proprio per queste problematiche. Questo sellino ergonomico si distingue dai precedenti poichè riduce la base d’appoggio e permette anche di migliorare la pedalata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>